Candidarsi ai concorsi è più facile con l’App

CANDIDARSI per un concorso pubblico è sempre più semplice, grazie a inPA, il portale del reclutamento della Pubblica amministrazione, che...

Candidarsi ai concorsi è più facile con l’App
Candidarsi ai concorsi è più facile con l’App

CANDIDARSI per un concorso pubblico è sempre più semplice, grazie a inPA, il portale del reclutamento della Pubblica amministrazione, che diventa anche una App Mobile disponibile su Play Store e App Store. L’applicazione è stata sviluppata dal Dipartimento della Funzione pubblica, su indicazione del Ministro per la Pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo (nella foto sotto), in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli. In pratica è un nuovo canale facile, sicuro, personalizzato e sempre a portata di mano, soprattutto delle nuove generazioni, ma non solo, utile per conoscere le opportunità di lavoro offerte dalle pubbliche amministrazioni, ma anche per scegliere bandi e avvisi di proprio interesse e per candidarsi alla selezione pubblica direttamente dal proprio smartphone con pochi click.

I bandi di concorso e gli avvisi di ricerca di professionisti ed esperti pubblicati sulla piattaforma online inPA sono più di 13 mila. A oggi, il Portale inPA raccoglie oltre 7 milioni di profili professionali, anche in virtù delle intese firmate con il mondo delle professioni, ed estende il suo perimetro di ricerca alla platea dei 16 milioni di iscritti a LinkedIn Italia. Un numero che, in questa fase di incremento straordinario dei reclutamenti, è destinato a crescere ancora proprio grazie alla nuova app. "L’introduzione della digitalizzazione nella Pubblica amministrazione non è un fine in sé, ma un mezzo per attuare i principi della buona amministrazione", sottolinea il Ministro Zangrillo. "La nuova app si aggiunge agli strumenti informatici già a disposizione dei cittadini. È una soluzione al passo con i tempi e che mette a disposizione di tutti, gratuitamente e in modo capillare, anche la conoscenza e la ricerca delle opportunità di lavoro pubblico anche attraverso lo smartphone, strumento di accesso ormai quotidiano a decine di servizi digitali offerti dalle pubbliche amministrazioni", aggiunge il ministro.

"La modernizzazione della Pubblica amministrazione passa dalla capacità di cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, per offrire servizi sempre al passo con i tempi". Dopo aver scaricato l’applicazione sullo smartphone, le modalità di accesso dalla pagina iniziale sono due: come ospite o come utente già registrato. Con l’autenticazione digitale si accede all’area dedicata, da cui visualizzare la mappa delle offerte.

Le. Ma.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro