Giornata mondiale del risparmio, un italiano su cinque non mette da parte nulla

Piacciono gli investimenti in un conto deposito, considerati una valida modalità di risparmio

Un italiano su 5 dichiara di non mettere da parte risparmi
Un italiano su 5 dichiara di non mettere da parte risparmi

Roma, 31 ottobre 2023 - Quanto risparmiano gli italiani e quanto sono disposti a investire i propri guadagni? Uno studio condotto da Dynata, per conto dell’app finanziaria Revolut, ha svelato le abitudini degli italiani in tema di investimenti intervistando un campione rappresentativo della popolazione italiana di oltre mille persone, tra luglio e agosto 2023, pubblicato in vista della Giornata Mondiale del Risparmio che si tiene martedì 31 ottobre. I risultati sono in parte sorprendenti, ad esempio, lo studio attesta che quasi un italiano su cinque riesce a risparmiare nulla, mentre uno su tre risparmia meno di 100 euro al mese. Infine, quasi uno su dieci mette da parte almeno 500 euro al mese.

Quanto risparmiano gli italiani Come detto c’è un buon 19% di italiani che afferma di non riuscire a risparmiare, mentre il 31% risparmia meno di 100 euro al mese e solo il 9% prevede un risparmio mensile di 500 euro, con picchi del 12% tra gli intervistati di età 45-54.Per risparmiare gli italiani utilizzano per lo più la tecnica del 50/30/20 la quale prevede di destinare il 50% alle spese necessarie come affitto, bollette, il 30% allo svago (cene al ristorante, serate con amici, etc.) e il 20% a risparmi e investimenti. Dallo studio condotto da Dynata emerge anche che il periodo migliore per iniziare a risparmiare è l’autunno, visto che secondo il 5% degli intervistati è il mese in cui porre rimedio alle spese dell’estate. Non solo, perché il 28% lo ritiene il periodo giusto per cominciare a essere più consapevoli della propria situazione finanziaria, a differenza del 12% che preferisce aspettare gennaio.

Le opportunità degli investimenti La possibilità di investire il proprio denaro in un conto deposito attira il 51% degli intervistati, che ha dichiarato di averne aperto uno con una banca digitale, tradizionale o una combinazione tra le due. Il 9% di coloro che hanno un conto deposito ha anche affermato di fare anche investimenti di diversa natura. Investimenti che per il 44% degli italiani sono considerati una valida modalità di risparmio: il 15% li usa per avere entrate per progetti o spese personali, un altro 15% pensa di usarli per ottenere liquidità per quando andrà in pensione, un 8% per finanziare un business personale. I millennial svettano tra coloro che fanno più uso del conto deposito (63%), ma anche tra coloro che sono interessati in generale agli investimenti (52%), mentre solo il 30% degli over 65 conferma di farne uso.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro