EssilorLuxottica verso il nuovo cda

MILANO Serviranno settimane, forse mesi perché si trovi un’intesa tra gli eredi di Leonardo Del Vecchio: sono otto e la metà...

Serviranno settimane, forse mesi perché si trovi un’intesa tra gli eredi di Leonardo Del Vecchio: sono otto e la metà ha accettato il testamento con beneficio d’inventario. I contatti tra le parti si intrecciano, ma intanto ci sono date più certe per le scadenze di EssilorLuxottica, il gigante italo-francese delle montature e delle lenti per occhiali controllato dalla Delfin degli eredi Del Vecchio.

Il cda di Essilux si riunirà infatti il prossimo 14 febbraio per analizzare i conti del gruppo del 2023. È quanto prevede il calendario finanziario pubblicato dalla società nata dalla fusione con la Luxottica fondata appunto da Del Vecchio e, secondo quanto si apprende, potrà essere quella l’occasione nella quale analizzare anche la lista per il rinnovo del cda che sarà predisposta dallo stesso ‘board’. L’assemblea di Essilux, nella quale i soci a partire dalla controllante Delfin voteranno i componenti del nuovo cda, è invece prevista per il 30 aprile, come sempre con le procedure del diritto francese, in quanto la sede del gruppo è a Parigi. A capo della holding di famiglia Delfin e di EssilorLuxottica Del Vecchio in vita decise di scegliere Francesco Milleri. E lo confermò, rafforzandone il ruolo, nel testamento. Nell’enorme patrimonio che Del Vecchio ha trasferito ai figli Claudio, Paola, Marisa, Leonardo Maria, Luca e Clemente e ai due legatari Nicoletta Zampillo e Rocco Basilico figurano ovviamente anche le quote in Delfin, che a sua volta controlla con il 32% EssilorLuxottica. Le vicende sono separate.

Red. Eco.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro