Giovedì 23 Maggio 2024

Bonus spesa da 400 euro, le risposte alle domande più frequenti. Ecco tutte le Faq

La carta acquisti destinata alle famiglie bisognose potrà essere utilizzata dal 1° luglio 2023. Cosa c'è da sapere

Un carrello della spesa (Ansa)

Un carrello della spesa (Ansa)

E' stato pubblicato il 12 maggio scorso in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo che definisce requisiti, modalità di richiesta e di erogazione del bonus spesa da quasi 400 euro che potrà essere utilizzato da luglio 2023. Più precisamente, si tratta della carta acquisti di importo pari a 382,50 euro destinata ai nuclei familiari in stato di bisogno. Ecco alcune delle risposte alle domande più frequenti.

Approfondisci:

Bonus spesa di 400 euro: ecco a chi spetta e come ottenerlo

Bonus spesa di 400 euro: ecco a chi spetta e come ottenerlo

Se il nucleo familiare ha un Isee ordinario di 15.500 euro l'anno può avere la carta acquisti?

No perché l’Isee in corso di validità non può essere superiore a 15mila euro annui.

Se si è titolari di reddito di cittadinanza si può ottenere il bonus da 382,50 euro?

No. Secondo quanto prevede il decreto attuativo, il contributo non spetta ai nuclei familiari che risultano titolari di reddito di cittadinanza o di inclusione o qualsiasi altra misura di inclusione sociale o sostegno alla povertà.

La carta acquisti si può cedere a terzi?

No, è utilizzabile solo dal nucleo familiare che ne è titolare.

Per ottenere la carta acquisti occorre fare domanda?

No, sono i Comuni che ricevono dall'Inps l'elenco degli aventi diritto e che poi verificano la posizione anagrafica delle famiglie in elenco e attribuiscono loro le carte.

Dove si ritirano le carte per fare la spesa? Negli uffici postali abilitati al servizio.

Quando saranno assegnate?

Presumibilmente nel corso del mese di giugno 2023, visto che si potranno utilizzare dal 1 luglio 2023.

Si può utilizzare la carta per acquistare il vino?

No, è esclusa qualsiasi tipologia di bevanda alcolica.

Cosa si può comprare con la carta acquisti alimentari?

Carni suine, bovine, avicole, ovine, caprine, cunicole, pescato fresco, latte e suoi derivati, uova, oli d'oliva e di semi, prodotti della panetteria (sia ordinaria che fine), della pasticceria e della biscotteria, paste alimentari, riso, orzo, farro, avena, malto, mais e qualunque altro cereale, farine di cereali, ortaggi freschi, lavorati, pomodori pelati e conserve di pomodori, legumi, semi e frutti oleosi, frutta di qualunque tipologia, alimenti per bambini e per la prima infanzia (incluso latte di formula), lieviti naturali, miele naturale, zuccheri, cacao in polvere, cioccolato, acque minerali, aceto di vino, caffè, tè, camomilla.

Si può comprare in qualsiasi negozio?

No, solo in quelli di generi alimentari che aderiranno presentando domanda al ministero dell'Agricoltura.

Cosa succede se non utilizzo la carta?

Un primo pagamento deve essere effettuato entro il 15 settembre 2023, altrimenti il beneficio decade e non si ha più possibilità di utilizzare la carta almeno per il corrente anno.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro