Venerdì 24 Maggio 2024
Eva Desiderio
Economia

Il bilancio di Valentino: nel 2023 ha perso il 3%. Il ceo Venturini scrive una lettera ai dipendenti

Lieve calo rispetto al 2022. A fine marzo è arrivato Alessandro Michele, debutterà con la sua prima collezione a ottobre a Parigi

Jacopo Venturini, Ceo di Valentino

Jacopo Venturini, Ceo di Valentino

Milano, 23 maggio 2024 – Nel mondo del lusso e della moda continuano ad arrivare le news sulle vendite e sul fatturato del 2023. Ecco oggi quelle della maison Valentino che ha totalizzato 1.349 milioni di euro, in lieve calo rispetto al 2022 (nello specifico, del 3% a tassi di cambio costanti o del 5% includendo l’impatto delle variazioni dei tassi di cambio correnti), casa di moda penalizzata certo dal contesto globale “complesso e mutevole”. Ma ora dalla fine di marzo è arrivato in Valentino come direttore creativo Alessandro Michele che sfilerà la sua prima collezione di pret-à-porter a ottobre prossimo a Parigi e le aspettative sono altissime.

Ne sanno qualcosa il Ceo della maison di Piazza Mignanelli a Roma Jacopo Venturini e il presidente Rachid Mohamed Rachid, che rappresentano l’azionariato del brand che vede al 70% il fondo di investimento del Qatar Mayhoola e al 30% (con recente acquisizione) del Gruppo Kering di Francois Henri Pinault (che ha una opzione all’acquisto totale entro il 2028).

Le vendite dirette, compreso l’e-commerce, sono cresciute del 3% nel 2023, grazie alle positive performance dell’Asia Pacifica e del Giappone, mentre l’Europa ha vissuto una seconda metà del 2023 sfidante e le Americhe hanno mostrato segnali incoraggianti nel secondo semestre. I ricavi del canale wholesale sono diminuiti del 12%, in linea con la strategia di ribilanciamento volta ad investire maggiormente sul retail. Le vendite dirette, compreso l’e-commerce, hanno generato il 66% dei ricavi Interenel 2023 rispetto al 62% del 2022.

Il progetto di bilancio consolidato approvato dal Consiglio di Amministrazione di Valentino SpA ha evidenziato un EBITDA (inclusivo degli effetti dell’IFRS16) pari 314 milioni di euro, in calo del 7% rispetto al 2022. Il risultato operativo (EBIT) dell’anno è stato di 99 milioni di euro, il 18% in meno rispetto all’anno precedente.

Molto interessante il business beauty e fragrance di Valentino, in licenza a L’Oréal, prosegue la sua crescita con un importante aumento del 42% nel 2023. L’e-commerce, il cui processo di internalizzazione globale è stato completato nel 2023, rappresenta l’11% delle vendite per l’anno. Per supportare la crescita su valentino.com, sui marketplace online e sulle e-concession a terzi, è stata creata una nuova business unit aziendale dedicata all’e-business e all’omnichannel.

L’obiettivo è massimizzare l’interazione con il cliente garantendo una customer experience unificata e lineare su tutti i canali. Poi ci sono le nuove aperture chiave, col nuovo store concept, che nel 2023 sono state Ginevra, Firenze, Parigi -Avenue Montaigne, Shanghai -Plaza 66 e New York -Madison Avenue. La Maison ha inoltre ottenuto la Certificazione della Parità di Genere, riaffermando il suo impegno nel campo dell’equità retributiva, con una percentuale di divario salariale di genere al di sotto del 10%, sottolineando un costante interesse verso le tematiche di diversity, inclusivity ed equity e fissando degli obiettivi triennali attraverso un monitoraggio continuo.

In questo clima di prudenza per le sorti del mondo, di crisi del lusso, e di nuove aspettative della clientela dei super ricchi, non è facile delineare le strategie dei colossi della moda. E sarà anche per questo che il Ceo Jacopo Venturini oggi ha scritto ai dipendenti tutti di Valentino una lettera in cui ricorda loro i punti più significativi del 2023 coi quali si è consolidato il valore della Valentino e il raggiungimento di molti obiettivi. “Come ben sapete, il 2023 ha visto l'industria del lusso e della moda confrontarsi con una serie di sfide globali. Valentino ha registrato una diminuzione delle vendite del 3% rispetto al 2022 (a tassi di cambio costanti), totalizzando 1,349 milioni di euro.

È fondamentale sottolineare che, nonostante ciò, siamo riusciti, come Maison, a mantenere saldo il nostro posizionamento sul mercato e la nostra brand awareness, grazie anche alla nostra visione radicata nei valori di Client e Colleague Centricity. La strategia di ribilanciamento tra il canale wholesale e quello retail è stata implementata con successo attraverso la rete DOS. Ciò ci ha permesso di continuare a offrire ai nostri Clienti esperienze uniche, emozionali ed immersive, consolidando il nostro legame con loro e valorizzando sempre di più il senso di Community. Le vendite dirette, incluso l’e-commerce, sono cresciute del 3% nel 2023”, ha concluso Jacopo Venturini nella sua lettera ai dipendenti dei quali apprezza “profondamente l’impegno e il contributo”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro