Giovedì 13 Giugno 2024

L’App IO da oggi avvisa su rimborsi, scadenze fiscali e rate. Come funziona

L’Agenzia delle Entrate amplia il suo sistema di segnalazioni mandando gli avvisi fiscali di maggiore interesse

L'app IO da oggi avvisa su rimborsi e scadenze (Ansa)

L'app IO da oggi avvisa su rimborsi e scadenze (Ansa)

Roma, 10 aprile 2024 – Un nuovo tassello va a comporre il puzzle di utilità della App Io, gestita da PagoPa e incentrata sui servizi pubblici. Da oggi l’applicazione manderà un messaggio personalizzato ai cittadini per avvisare – fra le altre cose – su rimborsi in arrivo, scadenze di contratti, adempimenti fiscali e rate, comunicazioni non recapitate. Così l’Agenzia delle Entrate amplia il suo sistema di segnalazioni. Nella nota congiunta diffusa dalla stessa Agenzia e PagoPa, si sottolinea come “diventi ancora più semplice tenersi aggiornati e non dimenticare date e adempimenti fiscali”.

La linea è tracciata: la pubblica amministrazione cerca di concentrare in un’unica app tutti i messaggi utili: dal Fisco a quelli delle altre amministrazioni, locali e nazionali, accreditate al servizio.

E da oggi il servizio fa un ulteriore passo in avanti: rimborsi in arrivo, scadenze e comunicazioni non recapitate sono alcuni dei messaggi in forma semplice e chiara che l'Agenzia delle Entrate invierà ai cittadini sulle questioni fiscali di maggior interesse.

Gli avvisi riguardano anche le abilitazioni conferite alle persone di fiducia per l'accesso alla propria area riservata e alcune date da ricordare, ma nel tempo si aggiungeranno via via nuovi contenuti.

Come funziona l’app IO

L'app dei servizi pubblici "IO” è disponibile gratuitamente negli store iOS e Android. Per poterla utilizzare è necessario effettuare il login con carta d'identità elettronica (Cie) o con Spid. L'uso dell'app come canale di comunicazione permette di eliminare il ricorso agli sms e alle email, che possono prestarsi con più facilità a campagne di phishing.