Roma, 21 dicembre 2020 - Ricordiamolo. Dopo l'entrata in vigore dell'ultimo decreto annunciato dal presidente Conte venerdì 18 dicembre, l'Italia si divide in zona rossa (qui le regolee zona arancione (qui le regoledurante le feste di Natale e Capodanno. Il che significa, tra l'altro, che i negozi (compresi bar e ristoranti) saranno aperti o chiusi a seconda dei giorni. Questi quelli "rossi": dal 24 al 27 dicembre 2020; il 31 dicembre 2020; dall'1 al 3 gennaio 2021; il 5 e 6 gennaio 2021. Questi invece quelli "arancioni": dal 28 al 30 dicembre 2020 e il 4 gennaio 2021.

Autocertificazione zona rossa: cosa scrivere per fare una passeggiata

Zona rossa a Santo Stefano: cosa si può fare e i negozi aperti

Vediamo dunque nel dettaglio quali negozi saranno aperti in zona rossa e in zona arancione, e quali invece dovranno rimanere chiusi

false

Negozi aperti oggi 23 dicembre

Fino al giorno 24 dicembre 2020, il primo della zona rossa, nelle varie regioni valgono le regole della relativa zona. E quindi i negozi aperti oggi variano a seconda del colore della zona in cui ci troviamo. Ricordiamo comunque che solo Abruzzo e Campania si trovano in zona arancione, mentre tutto il resto d'Italia oggi si trova in zona gialla. E quindi tutti i negozi sono aperti fino alle ore 21.

Coronavirus, il bollettino del 25 dicembre

Spostamenti a Natale: ecco quando posso uscire dal Comune

Qua sotto troviamo quali negozi sono aperti e quali sono chiusi in zona rossa e in zona arancione.

Autocertificazione di Natale per visitare parenti o amici: cosa scrivere e dove / scarica il Pdf

Negozi aperti in zona rossa

In tutta Italia - nei giorni 24, 25, 26, 27, 31 dicembre 2020, 1, 2, 3, 5, 6 gennaio 2021, ossia quelli della zona rossa - sono chiusi: tutti i negozi, tra cui centri commerciali, bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie, centri estetici. Le attività di ristorazione possono però fare asporto fino alle 22 e consegne a domicilio. 

Rimangono invece aperti i supermercati, i negozi di beni alimentari e di prima necessità, le farmacie, le parafarmacie, le edicole, le tabaccherie, le lavanderie, le tintorie, i parrucchieri e i barbieri. Aperti anche benzinai, ferramenta, librerie, cartolerie, attività di vendita di articoli sportivi, concessionarie, fiorai e i negozi che vendono prodotti e alimenti per animali.

Negozi aperti in zona arancione: le regole

Nei giorni della zona arancione, ossia il 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021, sono chiuse le seguenti attività: bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie (sono consentiti servizi di asporto fino alle 22 e consegne a domicilio, ma per intendersi non si può prendere il caffè al bancone, lo si deve bere fuori e lontano dal locale). 

Possono rimanere aperti invece i negozi al dettaglio, fino alle ore 21. E quindi centri estetici, parrucchieri, barbieri, farmacie, parafarmacie, tabaccherie, edicole, librerie, lavanderie, ferramenta, ottici, fiorai, cartolerie, librerie, negozi di informatica, di abbigliamento, di giocattoli, profumerie, benzinai.