Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
26 dic 2020

Santo Stefano in zona rossa: i negozi aperti e cosa si può fare oggi

Ok agli spostamenti tra Comuni per visita a parenti e amici, senza uscire di regione. Sì allo sconfinamento per chi fa attività sportiva, ad alcune condizioni. Portarsi sempre dietro l'autocertificazione

26 dic 2020
featured image
La Faq del Governo sull'attività sportiva
featured image
La Faq del Governo sull'attività sportiva

Roma, 26 dicembre 2020 - Continuano le feste dell'Italia in zona rossa. Dopo la vigilia e il giorno di Natale, anche a Santo Stefano restano in vigore le regole fissate dal decreto firmato da Conte ed entrato in Gazzetta Ufficiale la notte tra il 18 e 19 dicembre. Per spostarsi da casa serve sempre l'autocertificazione (qui il Pdf) e anche oggi, come in tutti i giorni fino al 6 gennaio compreso,  sono consentiti gli spostamenti tra Comuni, pur all'interno della stessa regione, per fare visita a parenti o amici, ad alcune condizioni (sempre le stesse) che qui sotto elenchiamo.

Autocertificazione zona rossa: cosa scrivere per fare una passeggiata

Negozi aperti oggi

È una delle ricerche più frequenti sul web, oggi più di ieri. Quali sono i negozi aperti a Santo Stefano? Il decreto prevede  che in tutta Italia - nei giorni 24, 25, 26, 27, 31 dicembre 2020, 1, 2, 3, 5, 6 gennaio 2021 - restino chiusi tutti i negozi, tra cui centri commerciali, bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie, centri estetici. Attivo l'asporto in loco fino alle 22, così come le consegne a domicilio.

Aperti in zona rossa (sempre in linea teorica) i supermercati, i negozi di beni alimentari e di prima necessità, le farmacie, le parafarmacie, le edicole, le tabaccherie, le lavanderie, le tintorie, i parrucchieri e i barbieri. Aperti anche benzinai, ferramenta, librerie, cartolerie, attività di vendita di articoli sportivi, concessionarie, fiorai e i negozi che vendono prodotti e alimenti per animali.

Attenzione però: zona rossa a parte, è sempre un giorno festivo. Diverse le catene di ipermercati che hanno deciso di tenere chiuso anche oggi, è consigliabile consultare l'elenco città per città per capire chi invece ha optato per aprire. Stesso discorso per le altre attività, la scelta è a discrezione del singolo negozio.

Covid, bollettino di oggi 26 dicembre

Posso far visita ad amici o parenti?

Sì. In base al decreto, ci si può spostare all'interno della propria regione al massimo una volta al giorno verso un'abitazione privata e non più di due per volta (esclusi under 14, disabili e persone non autosufficienti conviventi). Il coprifuoco va sempre rispettato: no a spostamenti dalle 22 alle 5. (Qui cosa scrivere nell'autocertificazione).

Attività motoria e sport

L'attività motoria è consentita nei pressi della propria abitazione, con l'obbligo di mascherina. Significa che chi abita in periferia, in città, non può andare a fare una passeggiata fine a sè stessa in centro. Ok allo sport all'aperto, ma solo in forma individuale e rispettando la distanza di due metri. Si può andare in bicicletta.  Le ultime Faq pubblicate dal governo hanno anche fornito un chiarimento importante per chi compie attività sportiva: è possibile spostarsi tra Comuni, sia in bici sia di corsa "purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza".

Seconde case

Consentiti gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case. Anche in questo caso, va osservato il coprifuoco e ci si può quindi muovere dalle 5 alle 22. Restano vietati gli spostamenti verso le altre Regioni. Su può andare nella seconda casa, anche se intestata a più comproprietari ed è fuori dal proprio comune, ma solo a patto che si trovi entro i confini regionali.

Qui le altre risposte su spostamenti, motivi di necessità e sanzioni per chi viola i divieti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?