Lunedì 17 Giugno 2024
RITA BARTOLOMEI
Cronaca

Brandizzo: Michael Zanera, volontario nel sociale. "Ci aiutava tutti i giorni. Ha avuto una vita dura"

Il 34enne di Vercelli, saldatore che amava raccontare il suo lavoro sui social, è morto in un incidente. Ricordato con commozione da Diapsi Vercelli e amici, aveva promesso di raccogliere donazioni per una onlus per prevenire il cancro. Una tragica fine per un giovane pieno di generosità.



Volontario nel sociale a Brandizzo (Torino): "Ci aiutava tutti i giorni. Ha avuto una vita dura"

Volontario nel sociale a Brandizzo (Torino): "Ci aiutava tutti i giorni. Ha avuto una vita dura"

Brandizzo (Torino), 1 settembre 2023 – “Non è un bel periodo per me“, scriveva Michael Zanera, 34 anni di Vercelli, saldatore che amava raccontare il suo lavoro sui social. E lo ha fatto fino all’ultimo, con quel post su TikTok che oggi fa venire i brividi. “È la prima volta che mi succede, mentre saldo la rotaia mi è uscito il crocifisso. Dio mi vuole dire qualcosa sicuramente, nonostante lo richiamo tutti i giorni ultimamente, perché non è un bel periodo per me”, aveva scritto in una storia. Come non rimanere colpiti dalla foto della croce che appare sulle rotaie, incandescenti per la saldatura. In sottofondo per quelle parole aveva scelto la musica di ‘The power of love’. Lo schianto sarebbe avvenuto una ventina di ore più tardi.

Approfondisci:

Uccisi dal treno, Michael Zanera e quel crocifisso sulla rotaia poco prima dell’incidente: “Dio mi vuole dire qualcosa”

Uccisi dal treno, Michael Zanera e quel crocifisso sulla rotaia poco prima dell’incidente: “Dio mi vuole dire qualcosa”

Lorenza Chinaglia, presidente di Diapsi Vercelli, associazione che si occupa di salute mentale, al telefono ricorda Michael con la commozione di una mamma. “Lo abbiamo conosciuto nel 2021, durante il Covid. Le associazioni perdevano tanti volontari in quel periodo e lui si è offerto di darci una mano. Ricordo che per un anno è stato da noi tutti i pomeriggi, poi alle sei ci lasciava perché lavorava di notte. Oggi mi sono sentita in dovere di ricordarlo. La sua vita non è stata così serena come può esserlo quella di un ragazzo della sua età. Pensare che ha gli anni di mio figlio... Aveva perso il padre nel 2020, era giovane, aveva 56 anni. E conoscevo anche Kevin. A Vercelli siamo choccati. Allucinante quello che è successo. Una tragedia così fa soffrire davvero”. La generosità di Michael è confermata anche da quella richiesta fatta ad agosto per il suo compleanno. Aveva deciso di raccogliere donazioni per una onlus. “Per la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Torino: ho scelto questa organizzazione perché il suo obiettivo è molto importante per me. Prevenire è vivere“, scriveva. Un’amica lo piange ricordandogli una vecchia promessa: “Ti ricordi? dicevi che volevi venire a Ischia - scrive - Non si può morire così, povero angelo“.

Rita Bartolomei