Trovata impiccata a casa. Era stata vista litigare col fidanzato al pub

Una discussione accesa col suo fidanzato in un locale, un "litigio" secondo quanto riferito da alcuni testimoni, poi il ritorno...

Trovata impiccata a casa. Era stata vista litigare col fidanzato al pub

Trovata impiccata a casa. Era stata vista litigare col fidanzato al pub

Una discussione accesa col suo fidanzato in un locale, un "litigio" secondo quanto riferito da alcuni testimoni, poi il ritorno a casa dove la mattina successiva è stata trovata senza vita. Si aggiunge un nuovo tassello nel giallo della morte della 26enne Roberta Bertacchi, trovata impiccata la mattina di sabato a una pensilina sul balcone della sua abitazione a Casarano, in provincia di Lecce, con una sciarpa della locale squadra di calcio. Dopo il ritrovamento del corpo, notato da un vicino di casa, il fidanzato di Roberta, un 35enne ritenuto vicino agli ambienti ultras, è stato ascoltato a lungo dai carabinieri. Al momento non ci sono indagati. E nell’atto con cui è stata notificata ai familiari la data dell’autopsia, che verrà eseguita oggi, si fa riferimento all’articolo 580 del codice penale che parla di "istigazione o aiuto al suicidio". Ci sarebbe un testimone che avrebbe detto ai carabinieri di essersi avvicinato al tavolo del locale in cui Roberta e il suo fidanzato stavano cenando per salutarli, e poi li avrebbe visti litigare e andare via.