Sabato 13 Aprile 2024

Allarme bomba a Trani, scuole chiuse e circolazione dei treni sospesa. Ritrovata valigia con flaconi di liquido e cavi

I biglietti sono stati ritrovati all’alba nella stazione ferroviaria insieme a una borsa da viaggio lasciata incustodita. Il comandante provinciale dei vigili del fuoco: “Non è lo scherzo di un ragazzino”

Trani, 25 marzo 2024 – Caos a Trani. Le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse oggi, lunedì 25 marzo, a causa di un allarme bomba scattato, intorno alle 6 di questa mattina, nella stazione ferroviaria, dove all'interno di una valigetta lasciata incustodita è stato trovato un biglietto che annunciava la presenza di un ordigno in un istituto scolastico non precisato della città. La presenza della piccola valigia, notata da chi aspettava i treni, ha fatto scattare l'allarme e i controlli.

Il biglietto ritrovato alla stazione di Trani
Il biglietto ritrovato alla stazione di Trani

Il sindaco della città, Amedeo Bottaro, ha così deciso la sospensione delle lezioni. "A causa di un allarme bomba in una scuola non precisata, tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado resteranno chiuse nella giornata odierna”, è la comunicazione postata sui canali social ufficiali del Comune. Al lavoro ci sono i carabinieri e gli agenti della polizia ferroviaria che stanno accertando la fondatezza dell'allarme.

Nella piccola borsa da viaggio sono stati trovati una decina di flaconi contenenti del liquido, un cellulare e alcuni cavi aggrovigliati. Quanto sistemato nella borsa “è stato realizzato con l'aspetto di un ordigno: se era un vero o finto ordigno per ora non si sa, però non si tratta dello scherzo di un ragazzino”, ha detto Romeo Gallo, comandante provinciale dei vigili del fuoco della provincia Barletta-Andria-Trani. Sul materiale contenuto nelle ampolle saranno compiuti esami nei laboratori dell'istituto zooprofilattico di Foggia. “Quello che potrebbe sembrare e che assomiglia molto all'ordigno annunciato come biologico, ora è in sicurezza”, ha continuato Gallo spiegando che “finché non vengono fatte le analisi sul materiale che è all'interno dei contenitori, non avremo certezza”.

Non solo lo stop alle scuole. Anche la circolazione ferroviaria tra Pescara e Bari è attualmente sospesa, in attesa delle attività di verifica da parte di carabinieri, artificieri della polizia e agenti della polizia ferroviaria. Lo stop alla circolazione è stato decisa alle 6:26 dopo il ritrovamento del biglietto in cui si annunciava la presenza di “ordigni biologici” in stazione e in alcune scuole della città.

Trenitalia spiega che "i treni Alta velocità, Intercity e regionali possono registrare ritardi” mentre sulle tratte regionali potranno essere registrate “imitazioni di percorso e cancellazioni”. Attualmente sono fermi il treno Freccia rossa Lecce - Milano delle 5:55, il treno Alta velocità Bari - Milano delle 6:35, e gli Intercity Torino- Lecce delle 20:50, Milano - Lecce delle 21:15 e il Milano - Lecce delle 21:50. Trenitalia invita inoltre a consultare il proprio sito per gli aggiornamenti.

Il Comune fa sapere invece, che sono in corso le bonifiche nelle scuole per "consentire l'accesso nei plessi” degli studenti e delle studentesse al termine delle attività delle forze dell'ordine che stanno compiendo verifiche sul biglietto a quadretti scritto a mano e in stampatello con la penna blu e firmato in arabo. Analisi saranno eseguite anche sui filmati delle telecamere di sicurezza della stazione.