Lunedì 17 Giugno 2024

Teramo, esplode ordigno in un'azienda di fuochi d'artificio: morto operaio

La vittima di 62 anni è stata travolta dall'onda d'urto scatenata dalla deflagrazione: ferito un collega 43enne. Scoppiato anche un rogo domato dai pompieri

Il luogo dell'esplosione: morto un operaio a Teramo

Il luogo dell'esplosione: morto un operaio a Teramo

Teramo, 16 febbraio 2023 - Un operaio morto e uno ferito, a Teramo, in seguito all'esplosione di un'ordigno nell'area di una ditta di materiali esplodenti. Secondo le prime informazioni, gli operai sarebbero stati travolti dall'onda d'urto. Uno dei due, un 62enne, è deceduto a causa delle gravissime lesioni riportate. L'incidente è avvenuto in località Caprafico, ad alcune centinaia di metri dalla fabbrica principale. L'esplosione, che non ha interessato lo stabilimento, ha provocato un incendio di sterpaglie e rotoballe. Sul posto vigili del Fuoco, ambulanze e forze dell'ordine.

La deflagrazione, stando a una prima ricostruzione, è avvenuta in un terreno adibito ad area di prova, poco distante dalla sede centrale dell'azienda di materiale pirico. Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio. L'operaio ferito, 43 anni, è stato trasportato all'ospedale di Teramo: secondo le prime informazioni dei soccorritori, le sue condizioni non sarebbero gravi.

I tecnici coinvolti nell'incidente stavano provando due ordigni: il primo non ha dato problemi esplodendo regolarmente, il secondo invece ha ucciso il 62enne. I vigili del fuoco del Comando provinciale di Teramo, subito intervenuti, hanno provveduto a spegnere l'incendio di rotoballe e sterpaglie scoppiato nell'area. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Teramo che si stanno occupando di tutti gli accertamenti del caso, per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti e chiarire cosa abbia provocato l'esplosione.