Venerdì 17 Maggio 2024

Sua moglie muore di parto, il papa gli telefona

Una lettera scritta di suo pugno e una telefonata per essere vicino a chi sta soffrendo per un dolore tremendo.

Così Papa Francesco ha voluto far arrivare il suo sostegno a Giacomo Cofano, marito di Viviana Delego, la donna di 41 anni originaria di Fasano (Brindisi), morta lo scorso 17 dicembre all’ospedale Perrino dopo aver dato alla luce una coppia di gemelli. "A conclusione di questo Natale mi arriva una telefonata da un numero anonimo – scrive Cofano sui social –. “Pronto Giacomo sono io, buonasera sono Papa Francesco”. I dettagli della telefonata rimarranno per sempre custoditi nella mia testa ma soprattutto nel mio cuore". Emozionato anche don Donato Liuzzi, vicino alla famiglia, che ha fatto da intermediario.

"Ho sentito l’ardire di bussare al cuore di Papa Francesco per raccontare di Viviana e dei gesti di vicinanza del nostro popolo – ha dett – . Il Papa con umiltà disarmante mi ha indirizzato una lettera di vicinanza e ha telefonato a Giacomo. Ringraziamo la maternità della Chiesa, visibile negli umili gesti del Papa".

La 41enne, madre di un’altra bambina, era arrivata in ospedale in condizioni critiche. Tutte le procedure mediche, chirurgiche e di terapia intensiva previste dal caso "sono state messe in atto", ha riferito la Asl ma per la donna non c’è stato scampo. Dtutto questo dolore, c’è comunque un aspetto positivo. Aver conosciuto tutti voi, che per cinque lunghi e speranzosi giorni siete stati gli angeli custodi di mia moglie – ha scritto Giacomo in una lettera consegnata il 23 dicembre al reparto Rianimazione dell’ospedale Perrino –. Aver visto le lacrime nei vostri occhi mi ha fatto capire tutta la vostra umanità e quanto abbiate sudato, studiato per cercare di dare una speranza a Viviana".