Domenica 23 Giugno 2024

Sgarbi: "Architetti russi esclusi dalla Biennale, scelta discriminatoria"

Ma la Mostra replica: "La Russia non ha fatto richiesta né comunicato la sua partecipazione"

Vittorio Sgarbi (Ansa)

Vittorio Sgarbi (Ansa)

Roma, 21 febbraio 2023 - "Non si comprendono le ragioni dell'esclusione degli architetti russi. Ogni discriminazione rispetto alla creatività è ingiusta". Così il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi commenta la presentazione della Biennale Architettura, lamentando una "scelta discriminatoria" di cui il ministero della Cultura non sarebbe stato messo a parte. "La Russia non ha fatto richiesta di partecipare", è la replica della Mostra. 

L'intervento di Sgarbi 

 "Chiederò conto al presidente Cicutto di questa scelta perché il governo possa eventualmente condividerla, e non subirla" ha aggiunto Sgarbi. Le parole di Sgarbi arrivano contestualmente al messaggio di auguri "a Roberto Cicutto e a Lesley Lokko, a margine della presentazione della Biennale di Architettura che, ai suoi esordi, fu diretta da un grande architetto come Paolo Portoghesi, in tandem con il compianto Maurizio Scaparro, direttore della sezione Teatro e rifondatore del Carnevale di Venezia. Queste singolari coincidenze - afferma - ci riportano alla Biennale del dissenso, voluta dal presidente Carlo Ripa di Meana". Per questo, sostiene, "mentre appare assai opportuna l'attenzione alla complessa realtà africana attraversata da guerre terribili e dimenticate, non s'intende la pervicace insistenza, nei campi dell'architettura e della musica, per l'esclusione di vittime di regime come sono comunque anche gli architetti russi, cui il padiglione della Biennale è precluso, anche impedendo la partecipazione del dissenso".

Inoltre, "proprio la complessità delle problematiche che investono il continente africano nel 'Laboratorio del futurò, anche in confronto con l'analisi 'Modernismo tropicale: Architettura e potere in Africa occidentalè (ricordiamo che Asmara, città di fondazione fascista , è per l'Unesco patrimonio dell'umanità) impone - aggiunge il sottosegretario - che anche le esperienze attuali legate al regime putiniano siano conosciute e discusse".

Per Sgarbi "ogni discriminazione rispetto alla creatività è ingiusta, e opprime, con motivazioni politicamente corrette, non meno del potere oppressivo del regime". 

La replica della Biennale 

A stretto giro arriva il comunicato della Biennale di Vanezia con la quale si precisa che "le partecipazioni nazionali sono iniziativa autonoma e indipendente dei paesi, richieste direttamente alla Biennale dalle autorità governative competenti dei rispettivi paesi. L'anno scorso la Russia ha deciso di ritirarsi autonomamente dalla Biennale Arte 2022 mentre quest'anno, ad oggi, non ha fatto richiesta né comunicato di prendere parte alla Biennale Architettura all'interno del proprio padiglione ai Giardini". Nella note si ribadisce quindi che la Biennale "rimane il luogo di incontro fra i popoli attraverso le arti e la cultura".