Domenica 26 Maggio 2024
VIVIANA PONCHIA
Cronaca

Ti amo si dice sui social network. Boom delle dediche in streaming

La condivisione di post e foto triplicata su Facebook e Instagram

San Valentino, la festa degli innamorati

San Valentino, la festa degli innamorati

ORA LEI ha cercato di farvelo capire in tutti i modi che San Valentino è la festa dei pizzaioli e delle multinazionali, che l’amore vale tutto l’anno e i fiori in circolazione sono avanzi di cimitero. Non ci cascate. Se entro stasera non avrà ricevuto almeno una rosa prima o poi ve la farà pagare. Certe ricorrenze ambigue che riguardano solo una parte dell’umanità (la Festa della donna, il 14 febbraio) possono fare vacillare la ragione. Perché fa cafone obbedire al calendario, perché la spontaneità è tutto. Però prendete la donna più cinica e snob e costringetela a confessare. Ma va bene anche un uomo. Alla fine ammetteranno controvoglia che se gli unici auguri che ricevono sono quelli della compagnia telefonica o della banca ci resteranno male.

Quindi, se ci tenete davvero, omologatevi. Il modo più truzzo ma economico resta buttarsi sui social per la gioia della famiglia allargata di Mark Zuckerberg, che oggi brinda sulle piattaforme di Fb e Instagram: pare che le condivisioni da dispositivi mobili aumentino di oltre il triplo (+253%) arrivando a coprire il 78% di tutti i post, per cui se ci siete anche voi non se ne accorgerà nessuno. Se avete deciso di lanciarvi come in una partenza in massa di un primo agosto che cade di sabato, c’è la musica. Non la dedica radiofonica da tangenziale ma le Love Note della playlist pensata da Spotify, in pratica la versione in streaming della vecchia audiocassetta registrata con amore. Su eBay si trovano anche all’ultimo momento coupon per cene e spa mentre Amazon spiazza tutti con la classifica delle città più romantiche in base alla vendita di romanzi rosa: in testa c’è Milano, seguita (tutto documentabile) da Novara e Ancona. Sono esentati dall’obbligo di partecipare i cuori appena spezzati, gli ectoplasmi in fase di riflessione e i tirchi irrecuperabili, con i quali il rischio del fiore cimiteriale è reale. Gli altri la smettano con la storia dell’agguato consumistico e se non sono certi della solidità del rapporto evitino il pigiama con i pugnali insanguinati al posto degli orsacchiotti. Per capire quanto destabilizzante sia San Valentino bisogna dare un’occhiata ai giorni che in qualche modo tendono a disinnescarlo.

IL 13 FEBBRAIO è la festa degli amanti irregolari battezzata negli Stati Uniti Mistress day, dove mistress evoca professoresse in giarrettiera, amiche esperte e comunque signore dominatrici. Esperti di mercato hanno notato che 24 ore prima del trionfo dei cuori sdoganati c’era un’impennata di ordini dai fiorai e di prenotazioni nei ristoranti, dove a fare baldoria erano tutti gli irregolari. E dopo il 14 viene il 15, San Faustino, dedicato a tutti i single felici e contenti ma con un curioso effetto boomerang: il nome ha origini propiziatorie e predispone all’incontro con l’anima gemella, quindi è necessario mettere in conto la probabilità di rivedere programmi e santi di riferimento per l’anno prossimo.