Venerdì 24 Maggio 2024

Tensione al Salone del libro di Torino: manifestanti pro Gaza sfondano i cancelli

Gli attivisti a favore della Palestina sono stati caricati dalla polizia con scudi e manganelli. Zerocalcare si unisce alla protesta

Zerocalcare si unisce ai manifestanti pro Palestina davanti al Salone del libro di Torino (Ansa)

Zerocalcare si unisce ai manifestanti pro Palestina davanti al Salone del libro di Torino (Ansa)

Torino, 11 maggio 2024 – Sale la tensione davanti al Salone del libro di Torino, un gruppo di manifestanti pro Palestina ha sfondato i cancelli di sbarramento, provando ad entrare con la forza nell’area espositiva. Zerocalcare – che si trovava all'interno del Salone del libro per un firma copie – è uscito dalla fiera per parlare ai manifestanti. 

'Non ho visto quello che è accaduto – ha detto il fumetista commentanto la carica tra polizia e manifestanti ai cancelli – ma le cose che ci raccontavano e le telefonate che arrivavano dentro ci dicevano che è risuccesso quello che è successo tante volte in questi giorni. E cioè che le persone che cercano di portare all'attenzione il massacro che sta avvenendo in Palestina vengono respinte con i manganelli”.

Zerocalcare: “Il Salone non può chiudere gli occhi”

“'Uno spazio che parla di cultura e di attualità non può chiudere gli occhi e non può lasciare fuori la storia con la S maiuscola”. Così Zerocalcare si è rivolto ai manifestanti pro Palestina riuniti in presidio davanti agli ingressi del Salone del libro di Torino.

“Penso che per tanto tempo a noi, che siamo testimoni di quello che sta succedendo in Palestina, ci verrà chiesto conto del fatto che non stiamo fermando il massacro”, ha aggiunto raccogliendo la richiesta dei manifestanti di entrare all'interno della kermesse libraria. “Credo sia normale e naturale che ci siano persone che vogliano portare questi temi e contenuti all'interno – ha risposto l’artista – e mi sembra assurdo che questa cosa non possa avvenire”.

Attivisti sfondanoi i cancelli

“Tutti gli occhi su Rafah”. Con questo slogan la testa del corteo ha aperto a spallate i cancelli. Immediata la levata di scudi da parte della polizia: subito è scattata la carica. I manifestanti sono stati respinti dagli agenti con gli scudi e con i manganelli.

Momenti di tensione al Salone del libro di Torino
Momenti di tensione al Salone del libro di Torino

“Il salone del libro è una m... sionista”, hanno urlato i manifestanti, che poi hanno preso a calci le transenne di protezione intorno all'entrata principale del Salone. Una delegazione di cinque manifestanti è poi riuscita ad entrare all'interno del Salone del libro con una bandiera palestinese e sta spiegando davanti all'ingresso di uno dei padiglioni della kermesse le ragioni della protesta.

Notizia in aggiornamento