Lunedì 20 Maggio 2024

Processo Regeni: Meloni e Tajani chiamati a testimoniare il 3 aprile

Premier e ministro degli Esteri dovranno riferire sulla disponibilità a collaborare con le autorità italiane espressa dal presidente egiziano Al Sisi nelle scorse settimane. Sit-in a piazzale Clodio: presenti anche Pif e Valerio Mastrandrea

Roma, 13 febbraio 2023 -  La premier Giorgia Meloni e il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, saranno sentiti il prossimo 3 aprile dal gup di Roma nell'ambito della vicenda della morte di Giulio Regeni, il ricercatore italiano sequestrato, torturato e ucciso a Il Cairo, in Egitto, a febbraio del 2016. Meloni e Tajani dovranno riferire in merito alla disponibilità a collaborare con le autorità italiane espressa dal presidente egiziano Al Sisi nelle scorse settimane. La richiesta è stata avanzata oggi dal legale dei genitori di Regeni, Alessandra Ballerini, al gip nel corso dell'udienza del processo nei confronti dei quattro 007 egiziani imputati per l'omicidio di Regeni.

Giorgia Meloni e Antonio Tajani (Ansa)
Giorgia Meloni e Antonio Tajani (Ansa)

Questa mattina al sit-in di piazzale Clodio, oltre ai genitori di Regeni, all'avvocato Alessandra Ballerini e a Beppe Giulietti, presidente della Fnsi, erano presenti anche gli attori Valerio Mastandrea e Pif. "Ognuno vive come vuole la propria popolarità, io credo che bisogna prendere posizione sempre", ha detto Pif ai giornalisti presenti. "Siamo stati sempre accanto alla famiglia Regeni. Loro sin dal primo giorno a oggi siamo qui per farli sentire meno soli", ha invece affermato Mastandrea.