Il razzo cinese fuori controllo fotografato da Gianluca Masi
Il razzo cinese fuori controllo fotografato da Gianluca Masi

Roma, 7 maggio 2021 - Pesa 22 tonnellate, è lungo 30 metri e largo 5. “Ma è improbabile che possa creare seri danni”. La rassicurazione arriva dall’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope di Ceccano (Frosinone). L’uomo che è riuscito a fotografare il razzo cinese Lunga Marcia 5B che il 29 aprile aveva portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale Tianhe-1 e che  è in caduta incontrollata verso la Terra.

Razzo cinese, caduta nell'oceano Indiano

Razzo cinese, i frammenti potrebbero finire su 9 regioni italiane: quando e cosa fare

Razzo cinese, "cadrà dopo la mezzanotte". Anche sud Italia nella zona d'impatto

La fotografia

Spiega l'astrofisico: “Sono riuscito a fotografare il corpo centrale del razzo. Nelle prossime ore rientrerà in atmosfera. Viaggia a una velocità di 18mila chilometri orari. La probabilità che qualcosa sopravviva al logorio indotto dall’atmosfera è modesta". Quindi la natura rimedia agli errori dell’uomo? "In qualche modo sì - risponde -. Ma quello che sta accadendo ci dice una cosa importante. Nello spazio ormai abbiamo depositato un’incredibile quantità di detriti, chiamiamola pure spazzatura. La questione è davvero  importante. Spero che questo caso eclatante serva a sensibilizzare tutti sul problema. Non sarei preoccupato invece dalle conseguenze disastrose. Come dicevo, la probabilità che qualcosa sopravviva è estremamente marginale. E poi non dimentichiamo che il grosso della superficie terrestre è rappresentata dagli oceani. Voglio rassicurare, molte persone chiamano e chiedono se c’è il rischio che gli cada sulla testa“. Per domani Masi ha organizzato un'osservazione del razzo. L'orario farà sicuramente la selezione tra curiosità e passione. "Con lo stesso telescopio sul nostro sito, dalle 4.40 del mattino, tenteremo di osservarlo. Non sarà semplicissimo perché si muove molto in fretta. Stiamo programmando il telescopio per inseguirlo nel cielo. Sarà una sperimentazione in diretta".

Quando cade

La risposta a questa domanda contiene ancora un margine di incertezza. Al momento il razzo cinese potrebbe precipitare sulla Terra  in una fascia temporale  compresa fra le tre di notte e le 15.30 di domenica 9 maggio. Questa è la previsione dell'Asi, l'agenzia spaziale italiana. Marco Castronuovo chiarisce: "Il rientro incontrollato è stato deciso in fase di progettazione perché costruire un razzo così  banalmente costa meno. Ci si affida alla bassa probabilità di impattare su zone abitate". La Cina non infrange nessuna legge semplicemente perché non esiste una legge.  Nessuno invece si sbilancia sulla zona, "presto per dirlo, ne sapremo di più tra stasera e domani", conclude l'esperto dell'Asi. Per l'Esa - agenzia spaziale europea -  il rientro in atmosfera del razzo  PRC CZ5B, noto come Lunga Marcia, è prevedibile tra le 19,50 italiane di sabato 8 maggio e le 5.15 italiane di domenica 9 maggio. 

Può cadere in Italia?

E' una delle domande che gli scienziati si sentono rivolgere più di frequente. La protezione civile - che ha organizzato un tavolo tecnico per seguire le operazione del rientro incontrollato - si mantiene prudente e non esclude "la remota possibilità che uno o più frammenti possano cadere sul notro territorio".

image