Lunedì 17 Giugno 2024

"Qui servono figli, non omosessuali" Volantino choc, bufera su Forza Nuova

Migration

Un palco naturale conosciuto in tutto il mondo. Qui, tra le colline pisane di Lajatico, il silenzio viene rotto una sola volta all’anno in occasione del concerto organizzato dal padrone di casa: Andrea Bocelli. A squarciare il velo, ieri, però, non è stata la potenza della musica, ma un brusio confuso scatenato dalla diffusione di un volantino che porta la firma di Forza Nuova rivolto al sindaco Alessio Barbafieri. L’immagine è quella di una famiglia tradizionale felice, il testo recita: "Lajatico ha bisogno di figli, non di omosessuali. Sindaco dimettiti". Ma qual è il nesso tra il Teatro del Silenzio, un piccolo borgo toscano di provincia e Forza Nuova? Quale il collegamento tra l’inverno demografico e l’omosessualità? Lo spiega l’autore del volantino che si definisce il responsabile di Forza Nuova di Pisa, Simone Grossi. Semplice. Il Teatro del Silenzio è diventata una location molto richiesta per la celebrazione di matrimoni, ma anche di unioni tra persone dello stesso sesso. Una scelta politica che andrebbe a intaccare la solidità della famiglia tradizionale e le politiche sociali a essa collegate. Quindi l’equazione: omosessualità uguale pochi figli. E tutto questo è colpa di chi amministra. La diffusione dei volantini è avvenuta sui social, che si sono sostituiti alle piazze. Nella piccola piazza del paese non si parla d’altro. "La mia reazione? – commenta il sindaco Alessio Barbafieri – Sono rimasto scioccato e spaventato soprattutto nel leggere alcuni post di accompagnamento al volantino, vagamente intimidatori. Ringrazio le istituzioni che mi hanno dimostrato da subito la loro vicinanza e solidarietà, esponenti del mio partito ma anche dell’opposizione. Credo che su questi temi non possa esserci divisione. Ho avvisato le forze dell’ordine". Messaggi di solidarietà da sinistra e da destra, da movimenti e sindacati. Un episodio che porta al centro del dibattito la necessità o meno di sciogliere Forza Nuova con Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, che annuncia di voler presentare un’interrogazione parlamentare r Vincenzo Ceccarelli, capogruppo Pd in Consiglio regionale e Iacopo Melio, consigliere regionale Pd che annunciano una mozione da presentare in Regione. E poi le condanne del presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo, dell’assessora Alessandra Nardini e del neoeletto segretario del Pd toscano Emiliano Fossi.

Sarah Esposito