Domenica 26 Maggio 2024

Lieve aumento dei furti in provincia, crollo delle rapine

I dati sulle attività delle forze dell’ordine del 2014 presentati in prefettura. Balzo delle estorsioni: +19% in un anno

Il prefetto di Modena Michele di Bari

Il prefetto di Modena Michele di Bari

Modena, 22 gennaio 2015 -

Crescono leggermente i furti, dello 0,38% in provincia rispetto al 2013, ma crollano del 30,5%, le rapine in tutte le loro forme. Sono i dati sull’attività delle forze dell’ordine e sulla criminalità diffusi stamane dal prefetto di Modena, Michele di Bari, che ha reso noto come nel 2014 siano aumentate le estorsioni (+19,5%) mentre sono calate le truffe, del 10,2% su scala provinciale.

«Se complessivamente i dati ci confortano – ha detto – notiamo però l’andamento dei furti, un fenomeno che influenza nettamente la percezione della sicurezza nei cittadini. Da parte nostra, ovvero da parte di tutte le forze dell’ordine, l’impegno è massimo ed è dimostrato dalla vigilanza e dal contrasto a questo fenomeno che è stato messo in campo in città».

I furti nelle abitazioni sono in effetti cresciuti del 4.4% dal 2013 allo scorso anno, e anche quelli d’auto hanno fatto segnare un +6,7% nonostante i furti complessivi, come detto, abbiano avuto un aumento minimo.

Decisamente diminuito gli scippi rispetto al 2013 (-26%), così come segnalano un trend al ribasso i furti sulle auto in sosta (-3,5%) e dentro agli esercizi commerciali (-5,6%). Sono stati in tutto cinque gli omicidi volontari avvenuti lo scorso anno. La prefettura evidenzia inoltre il calo delle violenze sessuali.

Riguardo la white list delle imprese pulite per la ricostruzione post-sisma, il numero di istanze di iscrizione pervenute alla prefettura ha superato le 4000. Dodici, complessivamente, le interdittive avanzate.