Venerdì 19 Aprile 2024

"Pagelle brutte? Non fate drammi"

A Cassano Magnago, una scuola elementare ha affisso un cartello per ricordare ai genitori che i voti non definiscono i loro figli. La preside sostiene che la scuola dovrebbe essere un luogo sereno di apprendimento e che i genitori non dovrebbero preoccuparsi troppo dei voti.

"Pagelle brutte? Non fate drammi"

"Pagelle brutte? Non fate drammi"

CASSANO MAGNAGO

(Varese)

Un cartello affisso all’ingresso della scuola nel giorno della consegna delle pagelle del primo quadrimestre per ricordare il senso dell’educare. È accaduto alla primaria Parini dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Cassano Magnago, in provincia di Varese, su iniziativa di alcune maestre. Arrivando a scuola i genitori hanno infatti trovato affisso all’ingresso un cartello giallo: una breve lettera per mamme e papà con un messaggio chiaro.

"Cari genitori – si legge – avete ricevuto le pagelle dei vostri figli. Ricordate che tra di loro potrebbe esserci un artista che non capisce la matematica, un matematico a cui non interessa la storia, una sportiva che non ama l’inglese… Se i giudizi non dovessero rispettare le vostre aspettative non fatevene un dramma. I vostri figli faranno ugualmente grandi cose nella vita se avrete fiducia in loro. Hanno solo bisogno di essere capiti, spronati e incoraggiati".

Una lezione subito fatta propria della preside, Raffaella Ferrari: "Il voto non è la persona – dice la dirigente –. La scuola per gli alunni deve essere il luogo in cui si impara con serenità: non ha senso preoccuparsi per il voto, come non devono essere ansiosi i genitori che, oggi, invece lo sono troppo".

Rosella Formenti