Mercoledì 17 Aprile 2024

Avellino, uccide la figlia in sedia a rotelle. Poi si ammazza

Costantino Mazza, 63 anni, ha sparato alla figlia 35enne, Alessandra, con un’arma regolarmente detenuta. Poi ha fatto fuoco contro se stesso

Polizia (foto d'archivio)

Polizia (foto d'archivio)

Avellino, 14 febbraio 2024 – Due corpi senza vita sono stati trovati in un appartamento ad Avellino. Costantino Mazza, 63 anni, secondo una prima ricostruzione, avrebbe sparato alla figlia 35enne, Alessandra, da tempo costretta sulla sedia a rotelle, per poi togliersi la vita. 

E’ successo in una zona residenziale di contrada Bosco dei Preti, sulla collina che costeggia la variante statale. Indaga la Questura di Avellino. 

I primi resoconti parlano di un uomo esasperato dalla situazione in casa: per sparare averebbe usato un fucile da caccia regolarmente detenuto, che prima ha rivolto contro la figlia, affetta da una grave malattia, e poi contro di sé. La madre della giovane non era presente.