Lunedì 17 Giugno 2024

Novi Ligure, operaio muore dissanguato in cantiere: un vetro gli ha reciso l'arteria

L’uomo, 37 anni, era impegnato nei lavori di ristrutturazione di un edificio storico cittadino

Un'auto dei carabinieri (Ansa)

Un'auto dei carabinieri (Ansa)

Novi Ligure (Alessandria), 12 maggio 2023 – Tragico incidente sul lavoro, questa mattina, a Novi Ligure, nell'Alkessandrino. Un operaio di 37 anni è morto mentre era impegnato in lavori di ristrutturazione della facciata di Palazzo Durazzo, storico edificio cittadino.

Secondo una prima ricostruzione, l'uomo sarebbe morto dissanguato dopo essere rimasto ferito all'arteria femorale dal vetro di un lucernario. Inutili i soccorsi, che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. L'esatta causa e la dinamica dell'incidente sono ancora al vaglio di carabinieri e Spresal, il Servizio di prevenzione e sicurezza sul lavoro di Alessandria.

"Non ci sono più parole per l'ennesima tragedia sul lavoro. Un altro lavoratore non tornerà a casa altri familiari, amici, colleghi di lavoro saranno privati di un loro caro – commentano i segretari di Cisl e Filca Cisl Alessandria-Asti, Marco Ciani e Gerri Castelli – . Una media di 3 al giorno. Inaccettabile perdere la vita per la mancata applicazione delle misure di sicurezza e dei contratti". "Dobbiamo fermare la strage nei luoghi si lavoro – proseguono –  fino ad allora questo nostro paese non potrà dirsi civile. Domani saremo alla manifestazione di Milano di Cgil Cisl Uil anche per dire basta alle morti nei luoghi di lavoro", concludono Ciani e Castelli.