Venerdì 14 Giugno 2024

Morte in casa dopo riti magici: trovato lo sciamano

Migration

È stato rintracciato ieri pomeriggio a Lecce Paolo Rosario, conosciuto anche come il ’santone Shekhinà’. L’uomo, di origine salentina, è ritenuto il capo della setta in cui era entrata Luana Costantini, la sua compagna di 54 anni trovata morta venerdì a Roma, assieme alla madre di 83 anni, anche lei senza vita.

I due corpi sono stati ritrovati in una casa in zona Primavalle, nel quadrante nord-ovest di Roma, sul cui campanello figura anche il nome di Rosario. Ad allertare la polizia era stato l’altro figlio dell’83enne, che non aveva da tempo notizie della madre e della sorella. La madre di Costantini era morta da almeno un mese e la casa era in stato d’abbandono, qua e là materiale compatibile con un rito di magia nera.

È partita subito la caccia all’uomo, e Rosario è stato rintracciato nella sua abitazione; pare che non fosse in fuga e fino a ieri pomeriggio non risultava nemmeno tra gli indagati. In serata è stato poi sentito dagli agenti: Rosario sarebbe stato infatti a capo di una sorta di setta, cui la 54enne si era avvicinata.