Il micidiale missile ipersonico Zircon lanciato contro Kiev. Ma è un flop: subito abbattuto

Il Cremlino lo ha descritto come un missile “invincibile e inarrestabile” per la sua velocità e la “traiettoria variabile”. Ma l’antiaerea della capitale ucraina ha fatto centro

Roma, 13 febbraio 2024 - La Russia ha usato un missile ipersonico Zircon in Ucraina, ed è stato intercettato e abbattuto. Il fiore all’occhiello dell’arsenale di Putin, in grado di sfrecciare a 11mila chilometri orari (e può trasportare testate nucleari), definito dallo stesso zar "invincibile e inarrestabile", sarebbe stato fatto esplodere dalle difese ucraine il 7 febbraio scorso sui cieli di Kiev.

Un lancio di un missile ipersonico Zircon
Un lancio di un missile ipersonico Zircon

Infatti secondo l'Istituto di ricerca scientifica della capitale ucraina, è stato lanciato da Mosca il primo Zircon dall'inizio della guerra, come rivelerebbero gli esami forensi di Kiev sui resti di un missile. Il direttore dell'Istituto, Oleksandr Ruvin: "Secondo le informazioni preliminari, abbiamo effettivamente le prove dell'uso del missile 3M22 Zircon. Ciò risulta dai segni su parti e detriti, dall'identificazione di componenti e parti e dalle caratteristiche del tipo di arma".

Il missile ipersonico Zircon grazie alla sua velocità copre in un batter d’occhio migliaia di chilometri. Il Cremlino nel presentarlo lo ha descritto come un missile "inarrestabile" per la sua "traiettoria variabile" che dovrebbe impedire alle difese aeree avversarie di intercettarlo. Può colpire fino a 1.000 km di distanza, volando a velocità vicine a Mach 9 e ad altitudini comprese fra i 30 e i 40 km, sfruttando così l'aria più rarefatta e l'attrito inferiore.