Medicina, i test slittano ad aprile

Il Ministero dell'Università ha annunciato il rinvio della prima sessione di prove di accesso a Medicina prevista per febbraio. Il sistema dei Tolc verrà superato e sostituito da una banca dati pubblica di migliaia di quesiti. I candidati dovranno rispondere a 50 quesiti in 90 minuti.

ROMA

Verrà rinviata la prima sessione delle prove di accesso a Medicina prevista per febbraio. La conferma viene dal ministero dell’Università. Verrà inoltre superato il sistema dei Tolc (i test online di Cisia che è il Consorzio interuniversitario sistemi integrati per l’accesso) e il ministro vuole che sia archiviato già dalle prossime prove. Questa operazione richiede del tempo in più per consentire al Cisia di aumentare il numero delle domande per permettere di aprire e rendere pubblica la banca dati.

Il Tolc Med dall’anno scorso ha sostituito la prova unica nazionale. È finito nell’occhio del ciclone dopo le migliaia di ricorsi al Tar presentati da altrettanti aspiranti medici. In attesa che la partita giudiziale faccia il suo corso una prima conseguenza è il rinvio af aprile. Le domande del nuovo test per accedere a Medicina saranno pescate da una banca dati aperta e pubblica di migliaia di quesiti. Quiz come per la patente: in 90 minuti i candidati dovranno rispondere a 50 quesiti di comprensione del testo, biologia, chimica, fisica, matematica e ragionamento. Dovrebbero poter partecipare anche gli studenti del quarto anno delle scuole superiori come lo scorso anno.