Roma, 21 giugno 2021 - Mascherina all'aperto sì o mascherina no? Ora c'è il via libera del Comitato tecnico-scientifico e del governo, che si era affidato agli esperti: non sarà più obbligatorio in zona bianca indossare le mascherine all'aperto, ma solo averle con sé per metterle in caso di rischio assembramenti. 

La nota del Cts

Premesso che "le mascherine rappresentano uno dei mezzi più efficaci per la riduzione della circolazione del virus", il Cts evidenzia che "lo scenario epidemiologico è caratterizzato da una incidenza stabilmente e significativamente sotto i 50 casi x 100.000 abitanti nei 7 giorni indicativa di una contenuta circolazione del virus Sars-CoV-2" E "questo si tradurrà in un quadro nazionale che dalla prossima settimana vedrà tutte le regioni in zona bianca".  Quindi "sulla base di questi dati il Cts ritiene che nell`attuale scenario epidemiologico a partire dal 28 giugno con tutte le regioni in zona bianca, ci siano le condizioni nelle cosiddette zone bianche per superare l`obbligatorietà dell`uso delle mascherine all`aperto salvo i contesti in cui si creino le condizioni per un assembramento (es: mercati, fiere, code, ecc.…)". 

Il Cts ritiene inoltre "che le persone debbano sempre portare con sé una mascherina in modo da poterla indossare ogni qualvolta si creino tali condizioni", e "debba essere raccomandato fortemente l`uso della mascherina nei soggetti fragili e immunodepressi e a coloro che stanno loro accanto; debba essere sempre indossata negli ambienti sanitari secondo i protocolli in essere". E ancora restano in piedi le cautele già definite, in quanto il Cts ritiene che "debba sempre essere mantenuto l`obbligo di indossare la mascherina in tutti i mezzi di trasporto pubblico" e "debbano essere rispettate le disposizioni e i protocolli stabiliti per l`esercizio in sicurezza delle attività economiche, produttive e ricreative". 

Il tweet di Speranza

E in serata arriva il twitter del ministro della Salute Roberto Speranza:  "Dal 28 giugno superiamo l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts", è lo stringato annuncio.

Si chiude così, dopo meno di due ore di riunione, la lunga stagione dell'obbligo di mascherine all'aperto: era stato introdotto, sull'onda della ripresa dei contagi post-estiva, l'8 ottobre 2020 da un decreto dell'allora premier Giuseppe Conte. L'uso delle mascherine, mentre i contagi salivano a oltre 3.000 casi al giorno, era stato reso obbligatorio sia in luoghi all'aperto che al chiuso "fatta eccezione per le abitazioni private e per le circostanze in cui sia garantito un isolamento continuativo rispetto a persone non conviventi", esentando dall'obbligo solo "i soggetti che stanno svolgendo attivita' sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni e i soggetti con patologie o disabilita' incompatibili con l'uso della mascherina". Tra pochi giorni, quindi, sarà necessario solo metterla in tasca o al braccio, per indossarla solo entrando in un negozio o se ci si rende conto di un rischio di affollamento

Variante Delta: l'Italia è quinta al mondo

Covid: il bollettino del 21 giugno

Sommario

 

In Alto Adige via l'obbligo all'aperto

Ma c'è anche chi ha già provveduto a rimuovere l'obbligo: è il caso dell'Alto Adige. In virtù del suo status di Provincia autonoma, il presidente Arno Kompatscher ha infatti emenato un’ordinanza che da oggi consente di non indossare la mascherina all'aperto salvo nei casi in cui non sia possibile mantenere la distanza interpersonale oppure in caso di assembramenti di persone. Bolzanini e turisti dovranno comunque sempre portarsi dietro il dispositivo di protezione, anche perché resta l'obbligo di indossarla al chiuso in luoghi diversi dalla propria abitazione.

Mascherine obbligatorie: in quali casi

L'uso delle mascherine resterà comunque obbligatorio nei negozi, su treni e aerei, ma anche per viaggiare sui mezzi pubblici. Per quanto riguarda invece bar e ristoranti al chiuso varranno le regole attuali: la mascherina si può togliere quando si è seduti al tavolo, mentre va indossata quando ci si alza per andare al bagno, per uscire o per avvicinarsi alla cassa.

Dai bar ai cinema all'aperto: quando resta l'obbligo

Nuovi test per la variante Delta

Da oggi, intanto, arrivano in Italia anche in Italia i nuovi test anti-Covid per riconoscere la variante Delta, mentre entra in vigore la quarantena di 5 giorni per chi arriva dal Regno Unito.

Variante Delta: l'Italia è quinta al mondo col 26% dei casi

Variante Delta in Italia, Galli: "Qui contagi poco seguiti"

La variante Delta rallenta, calano i casi in Inghilterra

Le reazioni

Lo stop all'obbligo di mascherina all'aperto circolava da giorni: si attendeva solo la data per dare il via libera e anche all'interno del governo Draghi in molti scalpitavano, come Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Stasera che la data è stata decisa il leader leghista esulta e a 'Quarta Repubblica' su Rete 4 rivendica: "Mi hanno dato dell'irresponsabile per settimane perché chiedevo di togliere mascherina entro la fine di giugno: oggi lo dice il Cts e anche Speranza, Vuol dire che non ero così matto". Dall'opposizione Giorgia Meloni attacca direttamente il ministro della Salute: "Speranza annuncia trionfante abolizione obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28/06. Quanta grazia, ministro. Siamo tra le ultime nazioni in occidente ad abolire un obbligo assurdo, privo di fondamento scientifico, e ha pure la faccia tosta di rivendicare il risultato".