Mercoledì 12 Giugno 2024

Maltempo flagella Campania e Lazio. Allagamenti, trombe d'aria e case scoperchiate

Una tromba d'aria a Valmontone ha danneggiato 30-40 abitazioni. Forti precipitazioni e allagamenti in Campania, scuole chiuse nel Vallo di Diano

Roma, 18 gennaio 2023 - Il maltempo imperversa in Italia. Le ultime 24 ore sono state impegnative per i vigili del fuoco, che hanno solto circa 700 interventi tra la Campania e il Lazio, ma le forti piogge hanno causato dei danni anche in ToscanaUmbria, Abruzzo e Liguria. Intanto dopo la giornata intensa di ieri con temporali e forti venti, oggi è tornata la neve sui monti del Nuorese

Vigili del Fuoco/Twitter
Vigili del Fuoco/Twitter

Tromba d'aria a Valmontone

Una delle città più colpite è Valmontone, nella provincia di Roma, dove una tromba d'aria ha danneggiato circa 30-40 abitazioni ieri. Tegole e pannelli fotovoltaici distaccati hanno danneggiato anche alcune auto parcheggiate in strada. La caduta di alcuni rami e alberi ha causato disagi nella circolazione stradale, nonché l'interruzione dell'energia elettrica. Feriti in maniera non grave una straniera, colpita da una finestra della sua abitazione, e un uomo, colpito da alcune tegole alla spalla. Come si apprende, è stata dichiarata inagibile un'abitazione privata di via Piscarello e di via Colle della Cava dove sono state evacuate 10 famiglie, per un totale di 29 persone, che hanno trovato già sistemazione da familiari o amici. 

Allagamenti nel Salernitano

Le abbondanti piogge nel Vallo di Diano, nel Salernitano, hanno fatto esondare il fiume Tanagro, che ha rotto gli argini tra Teggiano e Sala Consilina allagando terreni e rendendo impraticabili diverse arterie principali e strade interpoderali. Il più importante si è verificato nei pressi di San Rufo con la chiusura provvisoria di un tratto, km 57,000, della Strada Statale 166 degli Alburni. I Vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina ed i volontari della Protezione Civile hanno lavorato duramente per liberare da acqua e fango numerosi garage e scantinati di abitazioni. Resta sempre chiusa al transito la SP 11 sul tratto Ponte Cappuccini incrocio Strada Canneto, arteria molto trafficata che collega i comuni di Sassano e Sala Consilina in quanto il livello dell'acqua del fiume Tanagro è ai limiti di guardia. Quasi tutte le scuole di ogni ordine e grado del Vallo di Diano sono rimaste chiuse questa mattina a causa dell'allerta meteo di livello arancione

Maltempo a Napoli, previsto peggioramento: allerta meteo fino a venerdì, i danni

La situazione è simile in quasi tutta Campania. Le federazioni Coldiretti di Caserta e Benevento segnalano l'esondazione anche dei fiumi Volturno e Calore in alcuni punti critici, allagando campi e vigneti. "Si assiste a una evidente tendenza alla tropicalizzazione che - spiega la Coldiretti - si manifesta con una più elevata frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi. L'agricoltura è l'attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con i danni provocati dalla siccità e dal maltempo che hanno superato nel 2022 a livello nazionale i 6 miliardi di euro". La Protezione civile regionale ha prorogato l'allerta fino a venerdì, arancione per gran parte del territorio, compreso il napoletano, e gialla per il resto.

Disagi nell'Aquilano

Allagamenti e disagi dovuti al maltempo anche nell'Aquilano sin dalla serata di ieri: nella frazione di Monticchio, il fiume Aterno è uscito dagli argini e ha raggiunto alcune abitazioni a ridosso e alcuni campi coltivati. La Protezione civile in azione ieri sera anche nella zona di Pile dove si sono verificati allagamenti nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo. Altri disagi dovuti ad allagamenti si registrano nelle frazioni ovest, come Sassa, e nel vicino Comune di Scoppito. Ieri, con una nota, il primo cittadino, Pierluigi Biondi e l'assessore alla Protezione civile, Fabrizio Taranta, avevano invitato le persone a limitare gli spostamenti in auto allo stretto necessario "specie chi abita a ridosso dei corsi d'acqua". L'allerta permane anche per le prossime ore ed è estesa anche alla giornata di domani.

Torna la neve nel Nuorese

Dopo il forte vento di ieri, con mareggiate sulle voste occidentali, pioggia e temporali, oggi è la volta del neve nel Nuorese. È scesa abbondante sopra i 100 metri, sui monti di Fonni e Desulo, dove le temperature sono calate fino a zero gradi. Per ora i due centri abitati non sono interessati, ma stasera con il calo delle temperature si può sperare in alcuni fiocchi bianchi. Secondo le previsioni dei meteorologi dell'Aeronautica militare di Decimomannu, le temperature oggi nel Nuorese si attesteranno tra zero e 4 gradi, mentre domani tenderanno ad abbassarsi tra zero e meno 1, e per tutta la giornata sono previste piogge miste a neve. 

Neve nel Nuorese, 18 gennaio 2023 (Ansa)
Neve nel Nuorese, 18 gennaio 2023 (Ansa)

Mareggiata in Liguria

La Regione Liguria è in costante contatto con la Sala Operativa della Protezione Civile per monitorare i danni causati dalla mareggiata che da ieri si è abbattuta sulla Liguria. In località Riva Trigoso il torrente Petronio non defluisce regolarmente causando allagamenti in zone circostanti, mentre restano chiuse alcune strade. Anche a Sestri Levante restano in attività i vigili del fuoco, insieme ai volontari, intervenendo soprattutto sugli scantinati con la passeggiata a mare chiusa per sicurezza, così come sul litorale di Genova, dove è stata colpita soprattutto la zona di Quarto. A Ventimiglia e a Riva Ligure la mareggiata ha raggiunto il centro abitato.