Martedì 23 Aprile 2024

La Finlandia sotto choc. A 12 anni spara a scuola. Studente uccide un compagno

Fermato il baby-assassino: aveva preso l’arma di un parente. Bersagli scelti a caso: due feriti

La Finlandia sotto choc. A 12 anni spara a scuola. Studente uccide un compagno

La Finlandia sotto choc. A 12 anni spara a scuola. Studente uccide un compagno

HELSINKI

Aveva 12 anni da poco compiuti il bambino colpito a morte ieri in una scuola a nord di Helsinki. A premere il grilletto è un altro bambino, anche lui dodicenne. Altri due studenti, coetanei, sono gravi in ospedale. La Finlandia è sotto shock dopo la sparatoria avvenuta in un istituto scolastico a Vantaa nei sobborghi della capitale.

Il Paese è sgomento per la giovane età delle vittime e per quella del killer, che avrebbe preso l’arma ad un parente stretto. Per questo motivo non sarà trattenuto in custodia ma consegnato ai servizi sociali dopo l’interrogatorio. In attesa che la polizia finlandese sveli qualche particolare di questa sconcertante vicenda, in primis il movente, la ricostruzione è affidata alle testimonianze degli studenti. "All’inizio non capivo che si trattasse di un’arma. Poi si è sentito un urlo tremendo mentre i bambini correvano fuori", ha detto un allievo. La scuola ha 800 studenti dai 7 ai 15 anni e 90 dipendenti.I bambini erano appena tornati in classe dopo il fine settimana di Pasqua, quando poco dopo le 9 del mattino è scattato l’allarme. La polizia è arrivata a scuola solo nove minuti dopo l’allerta mentre la prima unità di pronto soccorso vi è giunta 15 minuti dopo.

Quando gli agenti sono arrivati in prossimità dell’edificio il sospettato aveva lasciato il cortile della scuola. È stato arrestato "in modo pacifico", ha spiegato la polizia, precisando che il bambino "era in possesso di un’arma da fuoco", con regolare permesso, che apparteneva ad un suo familiare. Secondo le forze dell’ordine il 12enne non sarebbe legato ad alcun gruppo criminale organizzato o ad una banda di strada. A rivelare altri particolari è invece il notiziario di Mtv secondo il quale il killer sarebbe entrato in classe con una maschera sul viso e protezioni acustiche nelle orecchie. Avrebbe sparato prima due volte a un ragazzo di 12 anni, che è morto, e poi a due ragazze della stessa classe. Il killer era in quella scuola solo da un paio di mesi e apparentemente avrebbe scelto le sue vittime in modo casuale. Ma su tali informazioni – crive l’agenzia di stampa finlandese Stt – non vi è al momento alcuna certezza.