Mercoledì 12 Giugno 2024

La figlia di Panzeri resta ai domiciliari "I 200mila euro? Frutto del mio lavoro"

Migration

Resta agli arresti domiciliari Silvia Panzeri (foto), 38 anni, la figlia di Antonio Panzeri, l’ex eurodeputato in cella a Bruxelles nell’ambito dell’inchiesta denominata Qatargate. La Corte d’Appello di Brescia ha rigettato la richiesta avanzata dai difensori di rimettere in libertà la loro assistita o di concederle l’obbligo di firma, in quanto ha necessità di esercitare la sua professione di avvocato. Tra pochi giorni sarà discussa in tribunale anche la revoca del sequestro, da parte dalla magistratura belga, di 200 mila euro trovati sul conto corrente di Silvia Panzeri e di 47 mila euro su quello cointestato alla madre e al padre. Secondo la difesa quei 200 mila euro sarebbero "compensi ottenuti attraverso la sua attività professionale", essendo iscritta all’albo degli avvocati di Milano da sette anni e avendo sempre lavorato come civilista.