Lunedì 17 Giugno 2024

Il Collegio, Dimitri Iannone è morto in un incidente a Villa Literno. Lo struggente ricordo del prof Maggi

Ha perso la vita con altri due amici coetanei in un frontale nel Casertano. Partecipò alla prima edizione del docu-reality. Il docente: “Non oso immaginare il dolore dei tuoi compagni, né tantomeno quello dei tuoi genitori, che ti amavano infinitamente”

Dimitri Iannone partecipò alla prima edizione de Il Collegio: aveva 17 anni

Dimitri Iannone partecipò alla prima edizione de Il Collegio: aveva 17 anni

Roma, 19 maggio 2024 – C’è anche Dimitri Tammaro Iannone tra le tre vittime dell’incidente stradale avvenuto questa notte in via delle Dune a Villa Literno, provincia di Caserta. Dimitri aveva partecipato alla prima edizione del programma tv di Rai 2 Il Collegio (1960) e il suo volto era noto al pubblico televisivo.

Dimitri, 25 anni, nato in Ucraina e residente a Villa Literno, ha perso la vita insieme a Filomena Del Piano, 20 anni di Aversa, e Robert Badica, 23 anni, nato in Romania e pure lui residente a Villa Literno. 

I tre viaggiavano a bordo di una 500 Abarth, che si è schiantata contro una seconda auto. Sono morti sul colpo. Ferito un quarto amico che era con loro, 21 anni, così come i due passeggeri dell’altra vettura, una donna di 49 anni e un uomo di 54. 

Struggente il ricordo che dedica a Dimitri Andrea Maggi, suo prof nel docu reality ambientato negli anni ‘60. 

Il ricordo del prof Maggi 

"Lo ricordi? In quella prima edizione del Collegio eravate delle autentiche pesti, ma la sera del falò qualcosa è cambiato. Ricordi quando Veronica lesse la sua poesia? Ricordi il suo smarrimento di fronte a un mondo che le sembrava troppo duro, troppo complicato? Al termine della lettura della sua poesia scoppiò a piangere e tu la guardasti con uno sguardo carico di compassione. Non credere che non l’avessi notato. Vi dissi che la vita non va vissuta superficialmente, come facendo lo sci d’acqua, ma andando in profondità, come fanno i palombari, per esplorare i meandri più bui; perché è lì che troviamo noi stessi (...). Eravate tutti dei ragazzi di cuore. E l’idea che adesso tu non ci sia più mi distrugge. Non oso immaginare il dolore dei tuoi compagni di collegio, né tantomeno quello dei tuoi genitori, che ti amavano infinitamente, e a cui va il mio abbraccio”.

Nella notte si è verificato anche un altro incidente mortale a Caserta: un ragazzo è morto poco dopo la mezzanotte nel ribaltamento della sua auto mentre viaggiava sulla statale Appia. E’ stato sbalzato nella scarpata adiacente alla strada. Ferito un altro giovane che era in auto con lui ed è rimasto incastrato tra le lamiere.