Lunedì 20 Maggio 2024

In Santa Sede il fedelissimo di Putin

CITTÀ DEL VATICANO

Cambia la testa di ponte per il Papa nel dialogo con Mosca. Vladimir Putin ha nominato il nuovo ambasciatore russo in Vaticano, Ivan Soltanovsky, che prende il posto di Alexander Avdeev, giunto a fine mandato dopo oltre dieci anni di servizio diplomatico Oltretevere. Nato il 6 aprile del 1955 a San Pietroburgo, la città natale del capo del Cremlino, Soltanovsky è considerato un fedelissimo dello zar. Nel 2015 è stato nominato rappresentante permanente della Federazione russa presso il Consiglio d’Europa prima che Mosca l’anno scorso fosse espulsa dall’organizzazione a causa dell’invasione dell’Ucraina. Il diplomatico è assai legato anche al patriarca ortodosso di Mosca, Kirill, col quale Francesco non ha mai chiuso i canali di contatto, conscio del fatto che potere politico e religioso in Russia siano interconnessi.

Per Bergoglio Avdeev è stato un interlocutore chiave. È da lui che si recò nelle ore immediatamente successive all’occupazione russa. Ad Avdeev il Papa ha chiesto d’incontrare Putin per mediare una pace con Kiev. Non se ne fece nulla. Vedremo se col nuovo ambasciatore la sua richiesta sarà in qualche modo soddisfatta.

g. p.