Sabato 15 Giugno 2024

Foggia, morti sospette nell’hospice di Torremaggiore: riesumati i corpi di 16 pazienti

Un dipendente indagato per omicidio volontario. I degenti sarebbero deceduti dopo la somministrazione di Midazolam

La Procura di Foggia ha disposto la riesumazione dei corpi di 16 pazienti ricoverati e morti nell'hospice di Torremaggiore (Ansa)

La Procura di Foggia ha disposto la riesumazione dei corpi di 16 pazienti ricoverati e morti nell'hospice di Torremaggiore (Ansa)

Foggia, 26 aprile 2023 – La procura di Foggia vuole fare luce sulla morte di 16 degenti dell’hospice di Torremaggiore che ospita malati oncologici terminali.  

Tutte le salme saranno riesumate. Il sospetto è che i decessi siano avvenuti dopo la somministrazione di un farmaco a base di Midazolam, una comune benzodiazepina utilizzata per le sedazioni. Si sospetta di un dipendente che risulta ora indagato per omicidio volontario. 

Sui corpi dei pazienti, morti tra il 14 novembre 2022 e il 16 febbraio 2023, saranno effettati esami autoptici e tossicologici. La riesumazione è iniziata lunedì. 

L’Azienda sanitaria locale di Foggia precisa che "ha in corso tutte le procedure utili alla salvaguardia di pazienti e dipendenti. Siamo fiduciosi nell'operato della Magistratura alla quale, come di consueto  – prosegue la Asl  – abbiamo offerto ed offriamo la più completa disponibilità,  anche al fine della ricerca della verità per il bene della collettività e delle famiglie coinvolte nel caso".