Venerdì 24 Maggio 2024
ALESSANDRA GIORDANO
Cronaca

Giornalismo d’autore. I premi ‘Antonio Batani’ a Pini, Fagnani e Chiocci

Riconoscimenti attribuiti anche a Massimo Borgnis e Dominik Prantl. A Milano Marittima la consegna in una serata condotta da Massimo Giletti

Da sinistra Ruben Razzante, Agnese Pini, Francesca Fagnani, Gian Marco Chiocci, Paola Batani, Massimo Borgnis, Massimo Giletti e Dominik Prantl

Da sinistra Ruben Razzante, Agnese Pini, Francesca Fagnani, Gian Marco Chiocci, Paola Batani, Massimo Borgnis, Massimo Giletti e Dominik Prantl

Cervia (Ravenna), 14 aprile 2024 – Atmosfera delle grandi occasioni ieri sera a Milano Marittima, dove si è svolto il Premio Internazionale “Antonio Batani“ al giornalismo, che dal 2006 vede salire sul palco del Palace Hotel grandi nomi della comunicazione. Circa 350 persone hanno partecipato alla serata organizzata dal Gruppo Batani Select Hotels e patrocinata dall’Ordine nazionale dei giornalisti.

L’evento si è confermato uno degli appuntamenti mondani più attesi in tutta la riviera romagnola, grazie al suo mix di cultura, attualità, moda ed eleganza. Numerose le autorità presenti e i rappresentanti delle realtà locali, che hanno applaudito i grandi nomi del giornalismo che la giuria presieduta da Ruben Razzante ha voluto premiare per il loro lavoro: Agnese Pini, direttrice di Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno, Luce!; Massimo Borgnis, direttore del settimanale Chi; Gian Marco Chiocci, direttore del Tg1; Francesca Fagnani, conduttrice della popolarissima trasmissione di Raidue Belve, e Dominik Prantl, giornalista di viaggi di lingua tedesca.

Conduttore della cerimonia, anche quest’anno, Massimo Giletti, che in virtù del legame con Milano Marittima e con la famiglia Batani non ha mancato l’appuntamento. Ed è stato proprio lui il primo a ricordare, dal palco, la figura di Antonio ‘Tonino’ Batani, il grande albergatore scomparso alla fine del 2015, che ideò questo premio per richiamare in Romagna grandi nomi del giornalismo nazionale e internazionale.

Durante la serata sono poi stati consegnati altri riconoscimenti speciali. Il Premio Antonio Batani 2024, destinato a un imprenditore, è stato attribuito alla stilista Elisabetta Franchi, per i successi ottenuti nel mondo della moda. Tre le menzioni speciali. La prima, ad Alfonso Signorini, direttore editoriale del settimanale Chi, per il prezioso contributo alla promozione dell’Emilia Romagna e per la raccolta fondi promossa dal suo giornale e da Mondadori Media in occasione dell’emergenza alluvione in Emilia-Romagna. Seconda menzione al tedesco Rudy Neumann, uno dei protagonisti dell’Isola delle Rose, la piattaforma che ha ispirato l’omonimo film di Sydney Sibilia, in qualità di ambasciatore della Riviera romagnola. Inoltre, a poco tempo dalla scomparsa di Vanni Dolcini, decano dei comunicatori turistici, la famiglia Batani ha deciso di insignire il giornalista Mediaset Alessandro Mischi della menzione in memoria di Vanni Dolcini.

Il momento glamour della serata è stato garantito dalla presentazione delle esclusive creazioni di alta gioielleria griffate Bartorelli Rare and Unique, indossate da splendide modelle delle più importanti agenzie di moda.