Frontale in auto a 18 anni. Muore baby campione di sci. Ferita la fidanzatina a bordo

Sondrio, l’asso dell’Italia giovanile Olcelli ha perso il controllo del mezzo per l’asfalto scivoloso. Trauma toracico nel frontale per la 16enne, illeso l’altro conducente. Il ct: Mirko, un talento unico.

Frontale in auto a 18 anni. Muore baby campione  di sci. Ferita la fidanzatina a bordo

Frontale in auto a 18 anni. Muore baby campione di sci. Ferita la fidanzatina a bordo

VALFURVA (Sondrio)

Avrebbe compiuto 19 anni il mese prossimo, ad avvio del 2024, davanti a sè aveva un futuro roseo tutto da scrivere nello scialpinismo, di cui era già un campioncino. Mirko Lupo Olcelli, residente con la famiglia a Piatta, frazione di Valdisotto, ha perso la vita ieri mattina, pochi minuti prima delle 9, nello schianto tra l’auto che guidava, una Lancia Ypsilon, e un fuoristrada Toyota che procedeva nell’opposto senso di marcia lungo la statale 300 del Passo del Gavia a Valfurva, non molto lontano dal Municipio del piccolo paese incastonato fra le montagne dell’Alta Valtellina, non lontano dalle piste da sci della campionessa olimpica Deborah Compagnoni.

A causare il tragico incidente, probabilmente, il manto stradale reso scivoloso dalla presenza di nevischio ghiacciato. La piccola utilitaria guidata dal giovane ha sbandato e invaso la corsia opposta su cui sopraggiungeva l’altra auto più massiccia. L’impatto è stato tremendo, non gli ha dato scampo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Valdisotto che hanno dovuto utilizzare cesoie e divaricatori per liberare il ragazzo rimasto intrappolato fra le lamiere, i sanitari del 118 che hanno soccorso la fidanzata 16enne del giovane, che viaggiava con lui e ha riportato un trauma al torace ed è stata portata all’ospedale Morelli di Sondalo per le cure del caso. Ma fortunatamente non è grave. Illeso, invece, il conducente del fuoristrada. La dinamica del tragico sinistro è ora al vaglio della pattuglia dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Tirano, guidata dal capitano Riccardo Angeletti.

"Un gravissimo lutto ha colpito oggi il mondo dello scialpinismo delle Alpi Centrali – si legge nella nota della Federazione italiana sport invernali –. A causa di un incidente stradale, poco prima delle 9, ha perso la vita Mirko Lupo Olcelli, 18 anni, atleta dello Sci Club Alta Valtellina, delle Alpi Centrali e della nazionale italiana under 20 di scialpinismo. Nello scorso fine settimana Olcelli aveva partecipato a San Martino di Castrozza alla staffetta mista di Coppa Italia giovani conclusa al quinto posto, e nelle prime settimane di gare aveva colto buoni piazzamenti nella coppa del mondo di categoria. La Federazione italiana sport invernali, il presidente Flavio Roda e il consiglio federale si stringono intorno alla famiglia Olcelli in queste ore di enorme dolore". "Era un bravo ragazzo, l’intera comunità è sconvolta, siamo sgomenti – afferma il sindaco di Valdisotto, Alessandro Pedrini –. Ci stringiamo alla famiglia per questo gravissimo lutto che l’ha colpita negli affetti più cari".

Olcelli lascia papà Andrea, mamma Sara e una sorella più giovane. Frequentava l’ultimo anno dell’Istituto Alberti di Bormio, ma confidava ai compagni e agli amici, concluso il percorso scolastico, che si sarebbe voluto arruolare in un corpo militare per continuare a sciare a livelli sempre più alti. "Un giovane estremamente promettente – lo ricorda Fabio Meraldi, direttore tecnico della nazionale di scialpinismo –. Era anche un ragazzo simpatico, che faceva gruppo. Assurdo pensare che il destino se lo sia portato via in questo modo così crudele".