Firme contro il legale di Turetta

Una petizione su Charge.org chiede al legale Giovanni Caruso di rinunciare alla difesa del killer di Giulia Cecchettin o che l'Università di Padova si dissoci pubblicamente. L'Università risponde che tutti hanno diritto alla difesa, compreso il signor Turetta.

Firme contro il legale di Turetta

Firme contro il legale di Turetta

Una raccolta firme promossa sul sito Charge.org contro Giovanni Caruso – legale del 22enne Filippo Turetta che ha ucciso con più di venti coltellate l’ex fidanzata Giulia Cecchettin lo scorso novembre. Nella petizione si chiede che Caruso, ordinario di Diritto penale all’università di Padova, "rinunci alla difesa o, in caso contrario, l’Università di Padova, si esprima pubblicamente dissociandosi dalla scelta inopportuna di Caruso". La motivazione della raccolta firme sostiene l’idea che "non si può stare al tempo stesso con le vittime e con i carnefici", facendo così il doppio gioco.

Il sito fa riferimento al fatto che l’Università da una parte conferisce la laurea postuma a Giulia Cecchettin (il 2 febbraio a Padova) schierandosi contro la violenza sulle donne, dall’altra non proferisce sillaba su "un suo importante membro che difende l’assassino e reo confesso". La rettrice dell’ateneo euganeo, Daniela Mapelli, ha replicato rilevando che si "è arrivati ad un corto circuito, per un Paese democratico, dove tutti hanno diritto alla difesa, compreso il signor Turetta. Oltretutto l’Università mai potrebbe dire al professor Caruso, bravissimo docente che esercita anche la libera professione, se può o meno difendere qualcuno".