Venerdì 24 Maggio 2024

Festini sexy con i fedeli in cattedrale

Michael McCoy avrebbe chiesto a diversi fedeli se volessero partecipare a un sex party. E' morto suicida

Padre Michael McCoy

Padre Michael McCoy

Newcastle - Se non bastavano le denunce per abusi, come per il recente caso del gesuita Marko Rupnik, o la segnalazione di ‘club’ gay all’interno dei seminari, come detto da Benedetto XVI nel libro uscito postumo per sua volontà, ora un’altra tegola si abbatte sulla Chiesa cattolica: presunti ‘sex party’ durante il lockdown per il covid. La storia arriva da Newcastle in Gran Bretagna, diocesi che aveva visto un canonico morire suicida e un vescovo dimettersi. Ora un’indagine del Vaticano, affidata al vescovo di Liverpool, monsignor Malcolm Patrick McMahon, dovrà verificare se la notizia dei ‘festini in cattedrale’ sia vera e se i successivi fatti sono in qualche modo connessi tra loro. Il presunto ‘sex party’ sarebbe avvenuto nella cattedrale di St Mary. Il fatto – almeno secondo la stampa inglese – è all’origine delle dimissioni di Robert Byrne da vescovo di Hexham e Newcastle. All’arcivescovo di Liverpool è stato chiesto di preparare un rapporto approfondito sugli eventi che hanno portato appunto alle dimissioni del vescovo Byrne. Durante il lockdown, padre Michael McCoy, che all’epoca era il decano e che successivamente è morto suicida, avrebbe chiesto a diversi fedeli se volessero partecipare a un "sex party". Alcuni parrocchiani denunciarono tutto alla diocesi.