Enna, Gaetano Menzo ucciso a coltellate. Arrestato il figlio 22enne dell’imprenditore edile

Il ragazzo è accusato di aver ammazzato il padre al culmine di una lite. La vittima aveva 58 anni

Enna: ucciso imprenditore edile: è caccia all'uomo
Enna: ucciso imprenditore edile: è caccia all'uomo

Enna, 23 gennaio 2024 – Omicidio nel centro di EnnaGaetano Menzo, 58 anni, imprenditore edile, è stato ucciso a coltellate nella sua casa.

In serata, gli investigatori della polizia hanno portato in questura Matteo, il figlio 22enne della vittima, sospettato di aver ammazzato il padre al culmine di una lite. Il ragazzo è stato poi arrestato. A disporre l’arresto come indiziato è stato il pm, Salvatore Interlandi.

Il cadavere dell’imprenditore è stato scoperto verso l’ora di pranzo da un fratello della vittima, che lavora nella stessa impresa edile di famiglia.

Gaetano Menzo era impegnato in un cantiere a pochi passi dalla sua abitazione e per questo motivo aveva deciso di fare rientro a casa per il pranzo. 

Le attenzioni degli inquirenti si erano subito concentrate sul figlio 22enne, che sarebbe stato contattato telefonicamente dagli agenti della questura che hanno provato a convincerlo a costituirsi. Il ragazzo sarebbe stato nel frattempo rintracciato a Enna bassa dalla Squadra mobile.