Martedì 23 Aprile 2024

Emilia-Romagna, strappo dei giovani FI: "Garantire libertà su fine vita e Lgbt"

Giovani di Forza Italia in Emilia-Romagna chiedono al partito una svolta su diritti Lgbt e fine vita, sottolineando la necessità di rispettare le scelte individuali. Il coordinatore regionale Daniele Aiello evidenzia l'importanza di offrire cure palliative e rispettare la volontà dei malati.

Emilia-Romagna, strappo dei giovani FI: "Garantire libertà su fine vita e Lgbt"

Emilia-Romagna, strappo dei giovani FI: "Garantire libertà su fine vita e Lgbt"

I giovani di Forza Italia in Emilia-Romagna chiedono al partito una svolta su diritti Lgbt e fine vita. La mossa è di Daniele Aiello (foto), coordinatore regionale di Forza Italia Giovani: "Il nostro partito non deve imporre una propria visione etica, ma mettere ognuno nelle condizioni di esercitare le scelte individuali. Si offrano le migliori cure palliative, ma se a un certo punto un malato vuole evitare l’accanimento terapeutico va messo nelle condizioni di poterlo fare. Non sono battaglie della sinistra, ma liberali".

In regione FI è in prima fila con la consigliera Valentina Castadini nel contrasto delle misure sul suicidio assistito, gli atti della giunta Bonaccini e la legge al vaglio dell’Assemblea legislativa per dare attuazione alla sentenza della Consulta. Ma evidentemente il partito non è monolitico su questo.