Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
21 giu 2022
21 giu 2022

Bollettino Covid, boom di casi: oltre 62mila contagi in Italia. I dati del 21 giugno

I decessi sono 62. Balzo anche dei ricoveri (+218), giù terapie intensive (-3). Positività sale al 21,4%

21 giu 2022

Roma, 21 giugno 2022 - Boom di casi in Italia, mai così tanti dal 28 aprile scorso: i nuovi contagi superano quota 62mila, secondo il bollettino diffuso dal ministero della Salute. Il balzo si registra a fronte di un aumento significativo dei tamponi, ne sono stati effettuati poco meno di 300mila, ma con un tasso di positività che sale ancora al 21,4%. L'ultimo rapporto così alto tra positivi e tamponi risale allo scorso inverno. Aumentano anche i ricoveri (+218), mentre scendono le rianimazioni (-3). Si segnalano, inoltre, 62 morti

Tutti i dati di ieri, 20 giugno

Il bollettino del 22 giugno

Sommario 

Il bollettino del 21 giugno
Il bollettino del 21 giugno

"Il virus circola ancora ma il dato sui nostri ospedali ci dice che non c'è pressione. E' normale un aumento dei casi se consideriamo che da giorni non esistono restrizioni e ci sono maggiori possibilità di incontri che possono far aumentare i contagi. Dobbiamo monitore la situazione ma no ad allarmi". Così valuta la situazione il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. "Non possiamo minimamente paragonare quello che vediamo oggi a quanto abbiamo visto nelle quattro ondate precedenti. Anzi evitiamo di chiamarla ondata. Le abbiamo chiamate così perché dalla prima alla quarta hanno messo in difficoltà gli ospedali, mentre questa, a livello ospedaliero, non sta dando nessun tipo di interessamento". Lo conferma anche Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova, sottolineando come se è vero che il virus è diventato "endemico" è anche vero che "ha perso parte della sua stagionalità". "Si diceva prima - ha aggiunto - che i mesi caldi portano via il virus, mentre ora vediamo che si è adattato all'ambiente, non solo variando e diventando più contagioso ma anche adattandosi alle temperature". 

Stop isolamento positivi al Covid? Le ipotesi: cosa può cambiare e quando

La situazione negli ospedali

Secondo l'ultimo rilevamento dell'Agenas, il tasso occupazionale nazionale nei reparti ordinari è fermo al 7% in 24 ore (un anno fa era al 4%), ma cresce in 8 regioni e province autonome: Campania (8%), Friuli Venezia Giulia (8%), Lombardia (6%), Pa Bolzano (11%), Pa Trento (6%), Sicilia (17%), Umbria (16%), Valle d'Aosta (14%). È stabile al 2% anche l'occupazione delle terapie intensive (un anno fa era al 5%). In 24 ore, la percentuale di posti nei reparti ospedalieri di area medica occupata da parte di pazienti con Covid-19 non vede cali mentre è stabile in 13 regioni. Nello stesso arco di tempo, l'occupazione dei posti nelle terapie intensive cresce in 4 regioni: Friuli Venezia Giulia (3%), Sardegna (4%), Toscana (2%) e Veneto (2%); mentre cala in Abruzzo (al 1%) e Puglia (1%). È stabile, invece, in 14 regioni o province autonome.

Omicron 5, identikit della variante che fa risalire i contagi. Gli aspetti che preoccupano

I dati di oggi

Ancora in netta crescita la curva epidemica in Italia. Sono 62.704 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore, contro i 16.571 di ieri ma soprattutto i 39.474 di martedì scorso: mai così tanti dal 28 aprile scorso. I tamponi processati sono 292.345 (ieri 79.375) con il tasso di positività che sale ancora dal 20,9% al 21,4%, mai così alto dallo scorso inverno. I decessi sono 62 (ieri 59). Il numero delle vittime totali da inizio pandemia sale così a 167.842. Le terapie intensive sono 3 in meno (ieri +10) con 25 ingressi giornalieri, e diventano in tutto 206, mentre nei reparti ordinari si contano ben 218 pazienti in più (ieri +187), per un totale di 4.803.

La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 9.900 contagi, seguita da Lazio (+7.549), Veneto (+6.452), Campania (+6.018) e Sicilia (+5.559). I casi totali dall'inizio della pandemia arrivano a 17.959.329. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 37.921 (ieri 35.545) per un totale che sale a 17.191.557. Gli attualmente positivi sono 25.281 in piu' (ieri -18.699) per un totale che sale a 599.930. Di questi, 594.921 sono in isolamento domiciliare.

Lombardia

Quasi 10mila contagi in Lombardia: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 9.900 nuovi positivi. Dei 44.586 tamponi effettuati il 22,2% ha dato esito positivo. I ricoverati in terapia intensiva sono 16 (dato invariato), mentre in area medica sono 638 (+49). Si registrano 9 nuovi decessi. I dati del 21 giugno della Lombardia

Lazio

Oggi nel Lazio su 6.063 tamponi molecolari e 35.795 tamponi antigenici per un totale di 41.858 tamponi, si registrano 7.549 nuovi casi positivi (4.474 a Roma città) e 3 decessi (-3). Il rapporto tra positivi e tamponi è 18%. I ricoverati sono 527 (+26), 48 in terapia intensiva (+4). Covid oggi nel Lazio

Veneto

Forte balzo dei contagi Covid in Veneto, che registra 6.452 nuovi positivi nelle ultime 24 ore. Un numero che risente del 'trascinamento' dei dati non validati la giornata di domenica (ieri i casi erano 1.174), ma che conferma una tendenza ad una ripresa della diffusione del virus. Si contano anche 9 vittime. Il bollettino aggiorna così a 1.802.541 le infezioni totali dall'inizio dell'epidemia, e a 14.763 quello dei decessi. Cresce la curva degli attuali positivi, che arriva a 42.948 (+ 2.772). Peggiora la situazione ospedaliera, limitatamente ai reparti medici, con 512 ricoverati (+34), mentre sono in calo, 24 (-4), quelli in terapia intensiva. Il bollettino del Veneto

Campania

Sono 6.018 i positivi del giorno rilevati oggi in Campania a fronte di 23.623 test processati (19.248 antigenici e 4.375 molecolari). Hanno dato esito positivo 5.670 test antigenici e 348 tamponi molecolari. I deceduti sono sette, tre morti nelle ultime 48 ore e quattro in precedenza ma registrati ieri. I ricoverati in degenza sono 322, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 16. Covid Campania, i dati del 21 giugno

Sicilia

Altri 5.559 casi di Coronavirus in Sicilia, a fronte di 22.365 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore registrati 7 decessi, che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 11.128. Il numero degli attualmente positivi è di 56.666, mentre le persone ricoverate con sintomi sono 621 (+22), di cui 22 (-4) in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 56.023 persone. La Regione Sicilia comunica, inoltre, che 563 casi e 6 decessi su quelli comunicati oggi sono riferiti a giorni precedenti.

Puglia

Sono 3.990 i nuovi casi di contagio da coronavirus accertati in Puglia nelle ultime ore su 18.210 test processati. Si tratta del 21,9% del totale. È Bari la provincia in cui sono stati rilevati più nuovi positivi: sono 1.284 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 27.106 di cui 219 ricoverati in area non critica (+1) e 10 in terapia intensiva (+3). Sono tre le vittime del virus che fanno salire a 8.584 il totale dei decessi da inizio pandemia a oggi.

Toscana

In Toscana è boom di nuovi casi di Covid nelle ultime 24 ore. Infatti, i nuovi casi positivi sono 3.812 su 15.844 test di cui 1.625 tamponi molecolari e 14.219 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi si attesta al 24,06% (79,2% sulle prime diagnosi). I dati della Toscana provincia per provincia

Emilia-Romagna

Sono 3.455 - 1.528.629 dall'inizio dell'epidemia - i nuovi casi di Coronavirus registrati, a fronte di 17.993 tamponi eseguiti, nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna dove calano di quattro unità a quota 26 i ricoveri in terapia intensiva mentre salgono di 16, a quota 736 quelli negli altri reparti Covid. I numeri presentati dalla Regione comprendono il recupero dei dati delle province di Piacenza e Parma non acquisiti nei giorni scorsi a causa di problemi tecnici. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 28.316, il 97,3% dei quali in isolamento a casa con sintomi lievi o prive di sintomi. Rispetto a ieri sale di 1.470 unità il computo dei guariti, che raggiunge quota 1.483.268 mentre si registrano 3 decessi. Tutti i dati dell'Emilia-Romagna

Piemonte

In Piemonte sono 3.105 i nuovi casi giornalieri, di cui 2.992 accertati con test antigenico. Il tasso di positività dei tamponi sale al 18,1% sul totale di 17.160 processati, di cui 15.437 test antigenici. I ricoverati nei reparti ordinari sono 244 (-9 rispetto a ieri), mentre i ricoverati in terapia intensiva sono 7 (-1). Si è registrato un decesso.

Sardegna

Impennata dei casi anche in Sardegna, dove i contagi Covid sono più che triplicati in 24 ore, passando da 753 a 2.658 (di cui 2.477 diagnosticati da antigenico). In aumento, però, anche il numero dei tamponi effettuati: sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 8.417 test rispetto ai 1.332 del giorno precedente, con un tasso di positività che scende dal 56,7% al 29,4%. Si registrano, inoltre, due decessi. Cala di uno il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva (7), mentre salgono di nove quelli in area medica che si riportano sopra i 100 (103). 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?