Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 giu 2022

Covid Italia: 53.905 contagi e 50 morti. Il bollettino del 22 giugno

Su ricoveri (+144) e terapie intensive (+10). Regioni: Lombardia +9.301 casi, Lazio +6.593, Veneto +5.663

22 giu 2022

Roma, 22 giugno 2022 - Il Coronavirus torna a correre in Italia con la variante Omicron 5. Il bollettino diffuso dal ministero della Salute oggi registra poco meno di 54mila casi e 50 decessi. Prosegue anche la salita dei ricoveri (+144) e delle terapie intensive (+10). Sono stati effettuati meno tamponi rispetto a ieri (246mila contro 292mila) con un tasso di positività che sale ancora al 21,8%. 

Covid Italia, boom di contagi: il bollettino di ieri, 21 giugno

Sommario

Il bollettino del 22 giugno
Il bollettino del 22 giugno

Pregliasco: "Una persona con Omicron 5 può contagiarne altre 15-17"

"Eravamo già in pre allerta per un rialzo dei contagi" Covid "in autunno, ma la presenza di questa nuova variante Omicron BA.5 ci ha sorpreso", così il virologo Fabrizio Pregliasco, docente di Igiene all'università Statale di Milano e direttore sanitario dell'Irccs Galeazzi. "Questo virus presenta una contagiosità estrema, superiore addirittura a quella del morbillo e della varicella, con un R0 che oscilla tra i 15 e i 17: basti pensare che la variante Wuhan", quella originaria, "aveva un R0 di 2,5, mentre la Delta di 7. Questi valori rappresentano il numero medio di casi secondari rispetto a un caso indice, quindi" sono "valori che la rendono molto più temibile: una persona" infettata da BA.5 "può contagiarne altre 15 o 17", spiega l'esperto. "La variante Omicron 5, che è più diffusiva, può determinare un andamento ondulante anche anticipato - continua - cioè con un incremento, una discesa e probabilmente con un'ulteriore risalita questo inverno". "Per quanto riguarda l'estate, ovviamente, non abbassiamo troppo la guardia - insiste il virologo - Usiamo le mascherine come se fossero occhiali da sole, soprattutto per le persone fragili o per i caregiver che, difendendosi, difendono anche i propri familiari".

Covid, Bassetti: "Colleghi virologi, basta. E' un’influenza"

Fiaso: ricoveri pediatrici più che raddoppiati

La curva dei ricoveri Covid è piatta. Dopo il rallentamento progressivo del calo dei ricoveri delle precedenti settimane, la rilevazione del 21 giugno degli ospedali sentinella Fiaso mostra un arresto di tale riduzione e una sostanziale stabilità. Le variazioni settimanali dei pazienti Covid, sia nei reparti ordinari sia nelle terapie intensive, infatti, sono minime: nel periodo 14-21 giugno, sottolinea la Fiaso, si assiste a una diminuzione di soli 2 ricoverati nei venti ospedali aderenti alla rete della Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere. L'analisi geografica dei ricoveri evidenzia tuttavia come al Sud la curva continui a scendere (-8,8%), al Nord abbia un lievissimo rialzo (2,1%), mentre al Centro abbia invertito direzione e sia cresciuta (10,8%). Nelle classi di età pediatriche si osserva invece un aumento abbastanza netto. I ricoveri, pur restando limitati, sono più che raddoppiati. I pazienti sono per lo più bambini molto piccoli (neonati tra 0 e 6 mesi che in una settimana sono quasi triplicati da 5 a 14 pazienti) nei cui confronti atteggiamenti di prudenza possono facilitare il ricorso al ricovero; un aumento della circolazione del virus può determinare questo fenomeno, senza che sia sotteso un aumento della gravità delle sindromi. Per la prima volta da cinque settimane si registra un ricovero in terapia intensiva per Covid: si tratta di un maschio della classe 5-11 senza comorbidità. Sono segnalati inoltre due ricoveri con Covid in intensiva, uno sotto i sei mesi di età e l'altro della classe 12-18 non vaccinato.

Il bollettino del 22 giugno

Ancora in netta crescita la curva epidemica in Italia. Sono 53.905 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore, contro i 62.704 di ieri ma soprattutto i 31.885 di mercoledì scorso. I tamponi processati sono 246.512 (ieri 292.345) con il tasso di positività che sale ancora dal 21,4% al 21,9%, mai così alto dallo scorso inverno. I decessi sono 50 (ieri 62). Il numero delle vittime totali da inizio pandemia sale così a 167.892. In aumento i ricoveri: le terapie intensive sono 10 in più (ieri -3) con 36 ingressi giornalieri, e diventano in tutto 216, mentre nei reparti ordinari si contano 144 pazienti in più (ieri +218), per un totale di 4.947. 

La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 9.301 contagi, seguita da Lazio (+6.593), Veneto (+5.663), Campania (+4.889) e Emilia-Romagna (+4.585). I casi totali dall'inizio della pandemia arrivano a 18.014.202. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 29.740 (ieri 37.921) per un totale che sale a 17.221.297. Gli attualmente positivi sono 25.083 in più (ieri +25.281) per un totale che sale a 625.013. Di questi, 619.850 sono in isolamento domiciliare.

Lombardia

Con 41.073 tamponi effettuati è di 9.301 il numero di nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività in salita al 22,6% (ieri era al 22,2%). Il numero dei ricoverati è in aumento nelle terapie intensive (+2, 18) e nei reparti (+37, 675). Sono due i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 40.738. Il bollettino completo della Lombardia

Lazio

Oggi nel Lazio su 5.552 tamponi molecolari e 23.744 tamponi antigenici per un totale di 29.296 tamponi, si registrano 6.593 nuovi casi positivi (3.912 a Roma città) e 6 decessi (+3). Il rapporto tra positivi e tamponi è al 22,5%. I pazienti ricoverati sono in totale 543 (+16), 55 in terapia intensiva (+7). Tutti i dati del Lazio

Veneto

Ancora in aumento i contagi da Covid in Veneto. Ben 5.664 i nuovi casi: dall'inizio della pandemia si contano 1.808.204 infezioni. 4 i decessi nelle ultime 24 ore, complessivamente sono state 14.767 dal 2020. I positivi risultano oggi 46.283, +3.335 rispetto alle 24 ore precedenti. 502 i ricoveri ospedalieri (-10) in area non critica e 22 (-2) in terapia intensiva. Il bollettino del Veneto

Campania

Sono 4.889 i positivi del giorno rilevati oggi in Campania a fronte di 20.190 test processati (14.460 antigenici e 5.730 molecolari). Hanno dato esito positivo 4.434 test antigenici e 455 tamponi molecolari. I deceduti sono sei, tre morti nelle ultime 48 ore e tre in precedenza ma registrati ieri. I ricoverati in degenza sono 300, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 15. Covid Campania, il bollettino del 22 giugno

Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna sono 4.585 i nuovi casi di positività al Coronavirus nelle ultime 24 ore, a fronte di 16.987 tamponi eseguiti. Salgono di 3 unità, a quota 29,i pazienti ricoverati nelle terapie intensive e di 21 unità, a quota 757, quelli negli altri reparti Covid. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 31.579, 3.264 in più rispetto a ieri, di cui il 97,5% in isolamento a casa con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o privo di sintomi. Si registrano sette decessi. I dati dell'Emilia-Romagna provincia per provincia

Sicilia

Sono 3.793 i nuovi positivi in Sicilia su un totale di 20.652 tamponi effettuati. L'Isola è al sesto posto per contagi in Italia. Il tasso di positività è al 18,3%, contro il 24,8% di ieri. Le vittime sono 7 e portano il totale dei decessi da inizio pandemia a 11.135. Sul fronte ospedaliero i ricoverati sono 652, 9 in più rispetto al giorno precedente, dei quali 24 in terapia intensiva, due in più rispetto a ieri. 

Puglia

Sono 3.365 i nuovi casi di contagio da coronavirus accertati in Puglia nelle ultime ore. Si tratta del 25% dei 13.427 test processati. È Bari la provincia in cui risiede il maggior numero di nuovi positivi: sono 989 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 28.759 di cui 235 ricoverati in area non critica (+16) e 11 in terapia intensiva (+1). È una la vittima odierna del virus che fa salire a 8.585 il totale dei decessi da inizio pandemia a oggi.

Toscana

Sempre sopra quota 3.000 i casi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana, ma tasso di positività in leggero calo. I contagi sono 3.043 su 13.155 test, di cui 1.822 tamponi molecolari e 11.333 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 23,13% (73,8% sulle prime diagnosi). Si registrano purtroppo altri 4 decessi, che fanno salire il totale a 10.148. Ancora in aumento i ricoverati: sono 296, 11 in più rispetto a ieri, di cui 9 in terapia intensiva, 3 in meno. Tutti i dati Covid della Toscana

Piemonte

Il Piemonte segnala 2.436 nuovi contagi su un totale di 15.087 tamponi eseguiti, per un tasso di positività del 16,14%. Le vittime del virus oggi sono due. Crescono i ricoveri (+7), stabili le terapie intensive. 

Sardegna

Nessun decesso in Sardegna, dove si registrano 1.902 ulteriori casi confermati di positività. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 5.899 tamponi con un tasso di positività che sale dal 29,4% al 32,2%. Sale ancora la pressione sugli ospedali con i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva che ora sono 8 (+1) e quelli in in area medica che arrivano a 109 (+6). 

Calabria

In Calabria le persone risultate positive al Coronavirus oggi sono 1.288 su 5.130 tamponi effettuati, portando il bilancio totale dei casi nella regione a 404.786. Il tasso di positività sale al 25,11%. Le vittime sono due, per un totale complessivo, dall'esordio della pandemia, di 2.654 vittime. Un ricovero in più è da registrare nelle corsie dei reparti cura (146) e due in meno in terapia intensiva (5).

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su un totale di 5.938 tamponi sono state riscontrate 1.217 positività al Covid-19. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 7, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 118. Si registra, inoltre, un decesso

Liguria

In Liguria i positivi del giorno sono 1.174 a fronte di 5.845 tamponi. Il tasso di positività è al 20%. Si registra un decesso, mentre salgono i ricoveri (+3). Le rianimazioni sono stabili. 

Marche

Altre tre vittime nelle Marche dove oggi sono stati registrati 1.167 nuovi contagi. Nelle ultime 24 ore sono decedute due persone, dato che porta il bilancio totale a 3.931. Con 2.887 tamponi testati, il tasso di incidenza positivi ogni 100mila abitanti passa da 373,07 a 404,65. Sale il numero dei pazienti ricoverati che oggi sono 81: 72 in reparti non intensivi (+4), 5 in semi intensiva e 4 in terapia intensiva. Il tasso di occupazione delle terapie intensive resta invariato all'1,7% mentre quello in area medica sale al 7,8%. Covid nelle Marche

Abruzzo

Sono 1.117 i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza - al netto dei riallineamenti - a 419.554. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1.703 tamponi molecolari e 4.301 test antigenici. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 3.370. Gli attualmente positivi sono 19.936 (+266 rispetto a ieri). Di questi, 109 pazienti (+1) sono ricoverati in ospedale in area medica; 3 (+1) in terapia intensiva, mentre i restanti sono in isolamento domiciliare. 

Le altre regioni

Nell'ultimo giorno sono emersi 831 nuovi casi e un nuovo morto in Umbria. Sono stati analizzati 3.244 tra tamponi e test antigenici, per un tasso di positività del 25,6% (era 22,1 martedì). In Alto Adige sono 447 i nuovi casi di Covid-19 su 1.963 tamponi processati nella giornata di ieri. Oggi si segnala anche un altro decesso, per un totale di 1.485 vittime da inizio pandemia. Sono 402 i positivi emersi in Basilicata nella giornata di ieri, dopo l'esame di 1.212 tamponi. Negli ospedali lucani sono ricoverate 40 persone (come di ieri), delle quali però nessuna in terapia intensiva. Altri 359 contagi e nessun decesso in Trentino. Scende anche il numero dei ricoveri in ospedale a 29 in totale (-2) di cui nessuno in rianimazione. La regione Molise segnala 269 nuovi casi, mentre in Valle d'Aosta sono emersi 75 positivi nelle ultime 24 ore. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?