Roma, 11 novembre 2020 - Cresce ancora il numero dei morti (oggi sono 623) e dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus in Italia è stato superato il milione di contagiati, ma la curva sembra flettere sia pure di poco. Oggi infatti i nuovi casi sono 32.961, quindi meno di ieri, e per di più a fronte di un maggior numero di tamponi. Cosa che fa calare sensibilmente il rapporto nuovi positivi-tamponi processati: 14,6% contro il 16,1%.

Dice questo il quotidiano bollettino del ministero della Salute con i dati sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus in Italia che sembra confermare quanto ritengono molti esperti: che cioè la curva del contagio stia per fortuna rallentando, sia pure in misura limitata, o quantomeno sia stabile negli ultimi giorni.

Per quanto riguarda ricoveri e terapie intensive, entrambi i dati sono calati rispetto a ieri. Dato importante se fosse confermato nei prossimi giorni visto  che molti ospedali sono già in fortissima sofferenza (sos a Varese: "Non c'è più posto"). Proprio la capacità di risposta ospedaliera è uno degli indicatori su cui si basa la suddivisione dell'Italia nelle tre zone colorate (gialla, arancione e rossa) ai fini dell'applicazione delle misure restruittive. Il consigliere del ministro della Salute, Walter Ricciardi, oggi ha parlato di "lockdown plausibile. Troppi circolano". E Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia preparano ordinanze diverse.

Una buona notizia arriva sul fronte del vaccino Pfizer: l'Ue ha autorizzato l'acquisto per l'Europa di 300 milioni di dosi. All'Italia dovrebbero arrivarne 27,2 milioni di dosi. Una notiziatriste invece da Gela: intera famiglia (padre, madre e figlio) stroncata dal Covid.

Coronavirus, il bollettino di oggi 12 novembre

I dati Covid

Complessivamente dall'inizio della pandemia è stata accertata la positività di 1.028.424 persone, + 32.961 (ieri + 35.098). Gli attualmente positivi sono 613.358, + 23.248 (ieri + 16.766). I dimessi/guariti sono 372.113, + 9.090 (ieri + 17.734). I deceduti sono 42.953, + 623 (ieri + 580). I ricoverati con sintomi sono 29.444, + 811 (ieri + 997). In terapia intensiva ci sono 3.081 pazienti, + 110 (ieri + 122). I tamponi processati sono stati 225.640 (ieri 217.758). Di conseguenza il rapporto nuovi positivi-tamponi processati oggi è del 14,6% (ieri 16,1%). Il casi testati sono stati 126.410 e il rapporto nuovi positivi-casi testati è del 26% (ieri 27%). Per quanto riguada le regioni, è sempre la Lombardia a registrare il maggior numero dei casi con + 8.180 (ma in netto calo da ieri), seguita da Campania (3.166), Veneto (3.082), Piemonte (2.953) e Toscana (2.507).

La tabella

Territori / Veneto

Oggi è pesante il bilancio del Veneto. I morti sono 46 in più rispetto a ieri, per un totale di 2.680 decessi. Tornano a salire, anche i nuovi positivi, 3.082 nelle ultime 24 ore, per un dato complessivo di 87.337. I pazienti ricoverati sono 1.667 cui si aggiungono i 208 in terapia intensiva.

Lombardia

Oggi in Lombardia si sono registrati 8.180 casi e 152 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i decessi sono stati 18.723. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 52.712, in totale 3.377.673. Ieri, a fronte di 47.194 tamponi, c'erano stati 10.955 positivi e 129 morti.

Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 78.283 casi di positività, 2.428 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.670 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell'11,7%. Oggi si registrano 31 decessi.

Toscana

In crescita rispetto a ieri i dati della Toscana dove sono 69.920 i casi di positività, 2.507 in più rispetto a ieri (2.036 identificati in corso di tracciamento e 471 da attività di screening). I nuovi casi sono il 3,7% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 4,5%. I morti sono 53.

Marche

Sono 702 i positivi al coronavirus rilevati nelle Marche nelle ultime 24ore. Sono stati processati 2.067 tamponi (33,9%). Considerando il totale di 3.656 test eseguiti nell'ultima giornata, tra cui 1.589 nel percorso guariti, i casi risultano il 19,2%. Il maggior numero tra gli ultimi contagi si è registrato in provincia di Ascoli Piceno (182); seguono quelle di Ancona (177), Macerata (154), Pesaro Urbino (86), Fermo (82). Dieci i decessi.

Umbria

Altri 12 morti per il Covid in Umbria nell'ultimo giorno, 218 dall'inizio della pandemia, dove continua a mantenersi alto il numero dei guariti, 309 in 24 ore, 5.696 complessivamente. A fronte di 4.755 tamponi analizzati, 340.853, sono emersi 515 nuovi casi Covid, 16.253, con un incidenza del 10,8%. Gli attualmente postivi sono passati da 10.145 a 10.339. I ricoverati in ospedale sono scesi da 429 a 427 mentre i posti in terapia intensiva occupati sono saliti da 66 a 68.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati analizzati 7.913 test e sono stati registrati 1.332 casi positivi: 677 in provincia di Bari, 84 in provincia di Brindisi, 106 nella provincia BAT, 189 in provincia di Foggia, 110 in provincia di Lecce, 153 in provincia di Taranto, 12 residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati inoltre 27 decessi.

Le altre regioni

In Alto Adige 9 nuovi decessi mentre calano i nuovi contagi: 386. Netto calo di contagi di coronavirus in Basilicata: 189 nelle ultime 24 ore, rispetto ai 264 di lunedì, a fronte di 1456 tamponi processati. Tre i decessi. In Abruzzo 662 nuovi casi e 16 morti. In Friuli Venezia Giulia i nuovi casi sono 572 e i decessi 13.

Le altre notizie 

Se il Coronavirus ci ruba anche il Natale

Le truffe: un gel su due contraffatto