Domenica 23 Giugno 2024

Cori razzisti, giudice grazia gli ultrà

La Lazio non subirà conseguenze per i cori antisemiti rivolti dai tifosi della Curva Nord ai romanisti nel derby del 19 marzo scorso. Il giudice sportivo della Serie A, Gerardo Mastrandrea, ha deciso di infliggere la chiusura per un turno di tale settore dello stadio ma di sospendere la sanzione per un anno per il "comportamento collaborativo" del club. Mastrandrea parla di "cori beceri e offensivi, di matrice anche religiosa, nei confronti dei sostenitori della Roma" che secondo gli ispettori della procura federale erano stati intonati dal 100% della Curva Nord; ma sottolinea di "dover valorizzare, ai fini delle attenuanti e della sospensione condizionale" della sanzione "il comportamento collaborativo della Lazio nel coadiuvare le forze dell’ordine nell’attività di individuazione dei responsabili e nel prevenire, anche con pubblica dissociazione, il ripetersi" dei cori.

Intanto, dopo il caos e la vandalizzazione della Barcaccia nel 2015 da parte dei tifosi del Feyenoord, trasferta a Rotterdam vietata per i tifosi della Roma in Europa League. "A seguito della decisione delle autorità italiane di escludere i nostri tifosi in occasione del ritorno a Romaa – scrive il club olandese – la Uefa ha ordinato al Feyenoord di non vendere i biglietti ai tifosi dell’AS Roma per la gara di andata al De Kuip".