Lunedì 17 Giugno 2024

Cgil e Uil non ci stanno: "Pronti alla protesta" Ma la Cisl vuol dialogare "Prima vediamo Meloni"

Migration

La reazione alla manovra del Governo spacca il fronte sindacale. Ad accendere la miccia della protesta è la Cgil, con il suo comitato direttivo che ieri ha dato mandato alla segreteria nazionale di "mettere in campo tutte le iniziative di mobilitazione necessarie, nessuna esclusa", contro una "manovra sbagliata e da cambiare che non risponde alle reali emergenze del Paese".

Linea seguita anche dalla Uil, che ritiene la manovra "sbagliata" e chiama alla protesta le altre due sigle sindacali.

Ma la Cisl (in foto il seretario Luigi Sbarra) risponde picche a entrambi: "Il Comitato esecutivo ritiene di grande importanza la convocazione a palazzo Chigi del 7 dicembre sulla manovra – è la risposta –, allo scopo di migliorarla".