Lunedì 17 Giugno 2024

Caso Emanuela Orlandi Il fratello solleva dubbi anche su Papa Wojtyla

Caso Emanuela Orlandi  Il fratello solleva dubbi  anche su Papa Wojtyla

Caso Emanuela Orlandi Il fratello solleva dubbi anche su Papa Wojtyla

Otto ore: tanto è durato l’incontro tra il promotore di giustizia vaticano Alessandro Diddi e Pietro Orlandi (foto), fratello di Emanuela, scomparsa misteriosamente il 22 giugno di 40 anni fa. Figlia di un commesso della Prefettura della Casa pontificia, sulla sua sparizione è stata aperta un’inchiesta in Vaticano alla fine del 2022. Una svolta concreta nella lotta per la verità, portata avanti strenuamente dal fratello.

"Ho percepito da Diddi la volontà di fare chiarezza" ha dichiarato Pietro Orlandi, che proprio ieri ha sollevato, in diretta tv, un aspetto molto spinoso sul caso. "Mi dicono che Wojtyla ogni tanto la sera usciva con due monsignori polacchi, e non andava certo a benedire le case..." è la frase-shock pronunciata dal fratello di Emanuela, con la quale ha ribadito i suoi sospetti sul Papa polacco, fatto santo nel 2014, e in genere sulla pedofilia in Vaticano durante il suo pontificato. Orlandi si è detto "convinto che Giovanni Paolo II, Ratzinger e Francesco siano e fossero a conoscenza di quello che è avvenuto".