Domenica 21 Aprile 2024

Caserta, nasconde una telecamera in cucina e scopre che il figlio la sta avvelenando

La donna si è rivolta ai carabinieri che hanno arrestato l’uomo di 35 anni per maltrattamenti in famiglia e minacce

Tenta di avvelenare la madre, lei lo scopre

Tenta di avvelenare la madre, lei lo scopre

Caserta, 19 marzo 2024 - Da provetta investigatrice una donna di Vitulazio, nel Casertano, ha scoperto che suo figlio la stava avvelenando e lo ha fatto arrestare. Il sospetto c'era, anche perché lui l'aveva aveva già aggredita in passato a calci e pugni, minacciandola più volte con una carabina. Ma da qui ad avere la certezza che il figlio 35enne tramasse per ucciderla ce ne voleva.

Ma quella sensazione che qualcosa di strano stava accedendo non l'abbandonava mai, ed era aumentata quando aveva scoperto che il figlio aveva realizzato un laboratorio chimico artigianale in soffitta con tanto di ampolle e barattoli in vetro contenenti polveri di vario colore.

Così il 15 e il 17 marzo scorsi, spinta da quel dubbio atroce, grazie a una telecamera nascosta in cucina la donna ha visto ciò che non voleva vedere. Le immagini la lasciarono senza parole: per due volte il figlio aveva aggiunto una polverina bianca nella pentola del cibo e sulla penna da lei normalmente usata. Così le venne in mente anche di quella volta che il 35enne le aveva spruzzato del detersivo sul suo cibo. Quindi, profondamente scioccata, finalmente la donna si è decisa a denunciarlo ai carabinieri che lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e minacce.

Dopo la denuncia i carabinieri si sono recati a casa della donna in cerca di indizi per verificare il suo racconto. Là la madre ha mostrato ai militari le riprese che inchiodavano il figlio alle sue responsabilità. I militari hanno sequestrato polverine bianche, ampolle e la carabina usata per minacciare la madre, e lo hanno arrestato.