‘Carta, Penna & Digitale’. Fieg nell’osservatorio per la scrittura a mano

La Federazione italiana editori giornali (Fieg) si unisce all'Osservatorio 'Carta, Penna & Digitale' della Fondazione Luigi Einaudi per promuovere il valore della scrittura a mano e sensibilizzare sul suo ruolo nello sviluppo cognitivo.

"Nella Giornata internazionale della scrittura a mano, che ricorre oggi (ieri, ndr), annunciamo con piacere l’adesione della Federazione italiana editori giornali (Fieg) all’Osservatorio ‘Carta, Penna & Digitale’ della Fondazione Luigi Einaudi". È quanto afferma il segretario generale della Fondazione Einaudi, Andrea Cangini. "La Fieg si aggiunge ad altre importanti realtà che sono già entrate a far parte del nostro Osservatorio, quali Associazione italiana editori (Aie), Comieco, Federazione Carta e Grafica e Moleskine. E molte altre aderiranno a breve". La Fondazione Luigi Einaudi è in prima linea per promuovere il valore della scrittura a mano, fondamentale per lo sviluppo delle attività cognitive. Scrivere serve a organizzare il pensiero e farlo in corsivo obbliga a un gesto grafico che richiama funzioni neurologiche più complesse. L’Osservatorio, nato di recente, ha l’obiettivo di coinvolgere i maggiori esperti e stakeholder del settore al fine di studiare il giusto equilibrio tra tecnologia digitale e “strumenti tradizionali” e di sensibilizzare le famiglie, il mondo della scuola e il decisore politico sull’importanza proprio della scrittura a mano e della lettura su carta.