Martedì 25 Giugno 2024

Amore infinito Veglia il marito morto annegato

Ravenna, la tragedia di una coppia di ottantenni. Lui bloccato nel letto, lei si è salvata dalla finestra.

SANT’AGATA SUL SANTERNO (Ravenna)

"Nella buona e nella cattiva sorte, in salute e malattia, finché morte non ci separi". E soltanto la morte li ha separati. Lei è viva, salvata da soccorritori con il gommone, lui non ce l’ha fatta ad alzarsi da quel letto nella tavernetta di casa in cui lo avevano inchiodato gli acciacchi e la vecchiaia. È la storia di una coppia di ultraottantenni della provincia di Ravenna, due delle migliaia di anziani soli investiti dall’alluvione che sta martoriando l’Emilia-Romagna. Vivevano a Sant’Agata sul Santerno, un paesino di 2.800 anime adagiato lungo il fiume, tra le campagne. Là dove la Bassa punta dritto verso Ravenna e la costa, lasciandosi alle spalle le colline e l’Appennino. Là dove la casa simbolo di una vita insieme, il rifugio di sempre, è diventata all’improvviso simbolo dell’addio: una tomba. Giovanni Sella, 89 anni, non ce l’ha fatta: lo hanno trovato morto i soccorritori ore dopo avere tratto in salvo la moglie ottantenne, che nonostante l’età ha trovato la forza di uscire dal balcone e raggiungere il gommone della speranza, che l’ha portata in salvo dopo ore e ore di isolamento. Sono rimasti uniti fino alla fine, mentre l’acqua avanzava, l’uno accanto all’altra. Poi è sopraggiunta la tragedia che ha posto termine alla loro storia di amore.

Stando a una prima ricostruzione dell’accaduto l’uomo aveva problemi di deambulazione: era allettato e si trovava in una tavernetta della casa di famiglia, perché non riusciva più a muoversi. La moglie gli è rimasta accanto fino all’ultimo, forse nemmeno immaginando che cosa sarebbe accaduto, né che la situazione dell’alluvione sarebbe precipitata così in fretta. Lei sulla finestra al piano di sopra dell’abitazione, lui ancora dentro. I soccorritori l’hanno fatta salire sul gommone facendola passare dalla finestra, per il marito nella tavernetta al piano di sotto non c’è stato niente da fare. È stato trovato nel letto, annegato. Sono giorni drammatici in Bassa Romagna. In particolare Conselice e Sant’Agata, in provincia di Ravenna, sono state travolte dalla piena dei fiume Senio e Santerno, rimanendo a lungo isolate e irraggiungibili se non da alcune squadre di soccorritori e dagli elicotteri.

x