E’ allarme terrorismo in Italia, circolare ai prefetti: “Attenzione alle feste di fine anno”

Il Dipartimento della Pubblica sicurezza: “Eventi affollati da monitorare in considerazione dell’attuale delicato contesto politico internazionale”. Rischio anche di azioni eclatanti degli ambientalisti

Carabinieri presidiano piazza San Pietro in un'immagine d'archivio

Carabinieri presidiano piazza San Pietro in un'immagine d'archivio

Roma, 22 dicembre 2023 - E’ allarme terrorismo in Italia per le feste di fine anno. Il Dipartimento della Pubblica sicurezza ha inviato una circolare a tutti i prefetti per mettere in guardia la popolazione. Moltissime persone affolleranno infatti piazze, locali e ristoranti la notte di Capodanno e, “in considerazione dell'attuale delicato contesto politico internazionale, connotato dall'acuirsi di tensioni, soprattutto nell'area mediorientale, che hanno elevato il rischio di azioni di natura terroristica”, questi festeggiamenti “rappresentano eventi da attenzionare con particolare riguardo sotto il profilo della tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica”. 

Il rischio è anche per azioni eclatanti degli ambientalisti. Secondo il Dipartimento della Pubblica sicurezza infatti i movimenti ambientalisti che nell'ultimo mese hanno organizzato numerose mobilitazioni “potrebbero ravvisare” nelle feste di Capodanno, specie quelle “di particolare impatto mediatico, una occasione di massima visibilità per l'attuazione di iniziative contestative e dimostrative, anche con modalità eclatanti”. La circolare invita tutti i prefetti a pianificare “idonei dispositivi di sicurezza”.

La mente va subito a Praga, la cui quiete ieri è stata scossa dalla strage all’università, dove un 24enne ha iniziato a sparare all’impazzata uccidendo 15 persone. “Nessuna indicazione che questo crimine abbia qualche collegamento con il terrorismo internazionale”, ha affermato il ministro dell’Interno ceco Vit Rakusan, ma l’attenzione resta comunque alta, soprattutto considerando l’avvicinarsi dei festeggiamenti natalizi e di fine anno. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui