Mercoledì 29 Maggio 2024

Aereo atterra sulle Dolomiti: sul Lagorai la manovra di emergenza a 2.100 metri di altezza

Il pilota, una donna di 22 anni, ha portato a terra il velivolo con a bordo altre due persone. Dopo l'atterraggio, i tre sono usciti dal mezzo, hanno chiamato il 112 e sono saliti fino al bivacco 'Paolo e Nicola' per aspettare i soccorsi

Silvia De Bon ha effettuato l'atterraggio di emergenza sul Lagorai (foto Facebook)

Silvia De Bon ha effettuato l'atterraggio di emergenza sul Lagorai (foto Facebook)

Roma, 29 dicembre 2022 - Un aereo da turismo pilotato da una donna di 22 anni ha effettuato un atterraggio di emergenza su un'area ai piedi della Cima Cece, la più alta del Lagorai, a 2.100 metri di altezza. L'atterraggio è avvenuto ieri, circa 100 metri a valle del bivacco 'Paolo e Nicola' lungo il versante della Val di Fiemme in Trentino. L'aereo ha accusato un calo di potenza ed è stato costretto ad affrontare una manovra di emergenza per raggiungere il suolo sulla montagna delle Dolomiti.

Insieme al pilota, Silvia Del Bon, sull'aereo erano presenti altri due passeggeri: Matteo De Bon, fratello del pilota, di 28 anni e la fidanzata Giorgia Qualizza, 27enne di Longarone. Dopo l'atterraggio, i tre sono usciti coscienti e in buono stato di salute dall'aereo e hanno chiamato il 112 intorno alle 16.25 e sono saliti fino al bivacco 'Paolo e Nicola' per aspettare i soccorsi.

La centrale unica di Trentino emergenza, con il Coordinatore dell'area operativa Trentino settentrionale del soccorso alpino e speleologico, ha chiesto l'intervento dell'elicottero, mentre gli operatori delle stazioni di Moena e Caoria si sono resi disponibili in piazzola. L'elicottero è volato in quota e, con il supporto del tecnico di elisoccorso, ha recuperato a bordo i tre feriti. I tre sono stati trasferiti all'ospedale Santa Chiara.

Oggi l'area del Lagorai dove è avvenuto l'atterraggio di emergenza è stata messa in sicurezza. Il nucleo elicotteri della provincia autonoma di Trento ha trasportato ai piedi di Cima Cece il nucleo Saf del corpo permanente dei vigili del fuoco di Trento, che ha svuotato il serbatoio dell'aereo e ancorato il velivolo (posto sotto sequestro) a un masso, affinché non scivoli verso valle. Sul posto anche il soccorso alpino della guardia di finanza per le indagini di competenza. Il trasporto del mezzo a valle non è stato ancora programmato.